Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bussola mutui: ecco le città in cui si avvertirà di più il crollo dell'immobiliare

bergamo soffre più di altre città la crisi dei mutui. foto: david spender (flickr.com cc)
Autore: mutuisupermarket.it (collaboratore di idealista news)

Più i mutui vanno giù, più è difficile vendere o acquistare casa. Il 2012 potrebbe chiudersi con un calo del 20-25% delle compravendite, secondo le stime dell'agenzie del territorio. A seconda delle città sarà più o meno forte la tendenza negativa, proprio in funzione del legame tra mercato del lavoro ed erogazione di un credito per la casa. Ecco quali saranno le città più colpite

Seconda la bussola mutui, il nuovo bollettino trimestrale gratuito frutto della collaborazione tra mutuisupermarket.it, noto sito di comparazione mutui casa, e crif, le città che segnano i cali più forti per quanto riguarda le erogazioni nel terzo trimestre 2012 sono Torino e Bergamo, rispettivamente con un -67% e un -66% rispetto allo stesso trimestre del 2011

Anche le grandi città registrano forti cali, a conferma della stretta creditizia in essere, con Milano a -61% (calo più forte rispetto al trimestre precedente che segnava un -55%) e Roma -57% (in leggero miglioramento). Anche al sud i cali sono in un intorno del 60%, con Bari (-64%), Palermo (-61%) e Napoli (-59%)

Per quanto riguarda l’importo medio erogato, la città che ha ottenuto il risultato migliore è Varese con un aumento dell’1,3% rispetto al 2011. Tuttavia, il trend generale è negativo e le città che hanno segnato le percentuali peggiori sono Vicenza con un -22,7%, Napoli con un -11,9%, Brescia e Bari con un -10,3%

per commentare devi effettuare il login con il tuo account

Commenti

Risposta a post 22. Ed è proprio così. le banche hanno la pancia piena di beni'sopravalutati'. Guarda bene le norme (leggi) degli ultimi 20 mesi. Noterai che ce ne sono alcune che 'modificano' i criteri di valutazione di alcuni cespiti in bilancio permettendio un galleggiamento altrimenti IMPOSSIBILE. Sarà un caso ma riguarda anche, assni e altri privilegiati.

I mutui sono scesi del 60-70 probabilmente. Altrimenti come si spiega che a qualche impiegato di b. Sono stati tolti tuttti i buoni pasto? e nessun impiegato ha detto nulla?

0 0
Vote up!
Vote down!
Etichette
Opinioni