Notizie su mercato immobiliare ed economia

Mutui, non si arresta il calo delle erogazioni nel secondo trimestre del 2013

Autore: Redazione

Secondo i dati riportati nel bollettino statistico della banca d'Italia, ed elaborati da tecnocasa, nel secondo trimestre del 2013 l'erogazione dei mutui alle famiglie è scesa del 16.3% rispetto all'analogo periodo del 2012. L'instabilità economica e la bassa fiducia dei consumatori continuano ad influenzare negativamente il mercato del credito

Nel secondo trimestre dell'anno in corso, le famiglie hanno ricevuto finanziamenti per l'acquisto di una casa per un volume complessivo di 5.809, 86 milioni di euro, un calo del 16,3% rispetto allo scorso anno, per un controvalore di 1.130 milioni. Sebbene sia ancora in terreno negativo, si nota un traghettamento del mercato del credito verso una situazione di maggiore stabilità. A remare contro sono la bassa fiducia dei consumatori, un mercato del lavoro che stenta a decollare, nonché una sempre alta attenzione al rischio da parte degli operatori del settore

Aree geografiche

Tutte le macroaree italiane hanno registrato variazioni al ribasso nel secondo trimestre dell'anno, ma si nota un rallentamento del trend negativo. La maglia nera per i finanziamenti va al meridione con -32%, seguito dalle isole (-30.4%), mentre l'andamento migliore nell'erogazione del credito è da attribuirsi all'Italia nord-orientale (-4,8%), con un valore dell'erogato di 14000 mln di euro

Dati finalmente in terreno positivo vengono dalle regioni. Nel periodo di rivelazione, infatti, trentino-alto adige ha visto crescere le erogazioni del 24,2% (176,10 mln di euro l'erogato), emilia.romagna del 16% (595,87%), la terza del 7,9% (12,72 mln di euro)

Variazioni annuali

Analizzando il periodo luglio 2012-giugno 2013, si registra un calo dei volumi pari al -35,4% per un controvalore di -12.226.65% mln di euro. Le aree dove si è maggiormente registrato il calo sono quelle del sud e delle isole (vicino al 40%),  Italia nord-occidentale (-35%), nord-est (-31%)