Notizie su mercato immobiliare ed economia

Stipendio e mutuo: quanti anni ci vogliono per estinguere un prestito nelle varie regioni

Autore: Redazione

Con i tassi di interesse ancora bassi e i prezzi delle case sostanzialmente fermi, è il momento propizio per accendere un mutuo. Ma quanti anni di stipendio servono per estinguerlo? Vediamo la situazione regione per regione.

I siti specializzati Facile.it e Mutui.it hanno condotto uno studio per capire quanti anni di stipendio le famiglie italiane devono versare per restituire alla banca il capitale richiesto. Al netto degli interessi e considerando un 25% del reddito annuale destinato alle rate del mutuo, è emerso che in Italia per restituire alla banca il capitale richiesto occorrono in media 17 anni e 10 mesi.

Il dato è il risultato di unanalisi di circa 40.000 richieste di mutuo prima casa raccolte dai due portali da gennaio 2013 a dicembre 2017, i cui valori sono stati incrociati con i dati Istat disponibili relativi ai redditi delle famiglie italiane.

Ma lanalisi ha evidenziato anche dellaltro. Innanzitutto, il valore è in crescita rispetto al 2013, quando le famiglie che richiedevano un mutuo dovevano mettere in conto di destinare alla banca in media 16 anni e 10 mesi di stipendi. Lo studio ha però spiegato che dietro allaumento degli anni necessari a ripagare il capitale non vi è una riduzione dei redditi medi delle famiglie italiane, bensì un aumento della cifra richiesta agli istituti di credito. Nello specifico, nel 2013 limporto medio che gli aspiranti mutuatari cercavano di ottenere per acquistare la prima casa era pari a 123.583 euro, mentre nel 2017 la richiesta media è aumentata dell8% raggiungendo i 133.456 euro.

Negli ultimi anni, con la diminuzione dei tassi di interesse e degli spread applicati dalle banche, la rata mensile si è alleggerita e di conseguenza le famiglie hanno richiesto importi più elevati. Se si analizza il valore medio della rata e il suo rapporto con il reddito mensile delle famiglie richiedenti negli ultimi anni, si nota che nel 2013 la rata media richiesta era pari a 663 euro, con un impatto del 27% sullo stipendio mensile, mentre nel 2017, nonostante gli importi richiesti alle banche siano aumentati, la rata media è diminuita arrivando a 606 euro, con un impatto del 24% sul reddito mensile medio.

Lo studio ha poi analizzato regione per regione. A tal proposito, è emerso che gli aspiranti mutuatari della Campania sono coloro che devono mettere in conto più tempo per restituire il capitale richiesto: 21 anni. Seguono i richiedenti mutuo del Lazio (20 anni e 3 mesi) e della Sicilia (19 anni e 11 mesi). Allopposto, le aree in cui i tempi sono più corti sono Friuli Venezia Giulia (13 anni e 10 mesi), lUmbria (14 anni e 7 mesi) e lEmilia Romagna (14 anni e 11 mesi).

Nel dettaglio, ecco regione per regione quanti anni sono necessari per restituire alla banca il capitale richiesto, al netto degli interessi e destinando ogni anno il 25% del reddito familiare:

  • Abruzzo: 17 anni e 2 mesi

  • Basilicata: 19 anni e 5 mesi

  • Calabria: 17 e 2 mesi

  • Campania: 21 anni

  • Emilia-Romagna: 14 anni e 11 mesi

  • Friuli-Venezia Giulia: 13 anni e 10 mesi

  • Lazio: 20 e 3 mesi

  • Liguria: 16 anni e 9 mesi

  • Lombardia: 16 e 5 mesi

  • Marche: 15 anni e 3 mesi

  • Molise: n.d.

  • Piemonte: 16 anni e 8 mesi

  • Puglia: 17 anni e 3 mesi

  • Sardegna: 17 anni e 2 mesi

  • Sicilia: 19 anni e 11 mesi

  • Toscana: 16 anni e 8 mesi

  • Trentino-Alto Adige: n.d.

  • Umbria: 14 anni e 7 mesi

  • Valle d'Aosta: n.d.

  • Veneto: 15 anni e 3 mesi