Notizie su mercato immobiliare ed economia

Mutui prima casa, Consap conferma il Fondo di Garanzia

L'operatività del Fondo durerà almeno per un semestre

Fondo di Garanzia Consap 2019 / Gtres
Fondo di Garanzia Consap 2019 / Gtres
Autore: Redazione

Cosa è il Fondo di garanzia prima casa? Vediamo insieme come funziona e se verrà rinnovato anche nel 2020.

Cos'è il Fondo di Garanzia Prima Casa

Grazie al Fondo di garanzia prima casa, le famiglie che non possono permettersi di acquistare casa con un mutuo per mancanza di garanzie riescono ad avere accesso al credito. Il Fondo è infatti una iniziativa con la quale lo Stato garantisce il capitale preso in prestito al 50%, sopperendo alle mancanze degli aspiranti mutuatari che magari, per giovane età o per scarsa stabilità lavorativa, non potrebbero farlo altrimenti.

Il Fondo è gestito da Consap (la Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici) a partire dalla sua istituzione nel 2014, e dà, come si diceva, accesso ad un prestito per l’acquisto, ma anche alla ristrutturazione di casa e al suo efficientamento energetico anche a coloro che sono privi di determinate garanzie, segnatamente giovani, giovani coppie, lavoratori precari.

Il Fondo è sempre stato confermato dal Mef; nel 2019 il dubbio si era creato relativamente alla sua riattivazione data la scarsità di fondi. Se per quest’anno il Fondo è stato rifinanziato con 100 milioni di euro, anche nel 2020 (almeno per la sua prima parte) dovrebbe essere così. Secondo quanto riportato sul sito Consap infatti, “In considerazione del trend attuale delle domande di accesso al Fondo, … l’iniziativa proseguirà presumibilmente per tutto il primo semestre 2020, fino ad esaurimento delle disponibilità, salvo eventuali rifinanziamenti”.

Insomma non c’è un rifinanziamento, ma quanto attualmente a disposizione del Fondo servirà a tenerlo attivo per alcuni mesi ancora.

Come accedere al Fondo di Garanzia Prima Casa

Come fare, quindi, per ottenere l’accesso al Fondo di Graanzia prima casa? Innanzitutto occorre avere dei requisiti:

  • Non bisogna essere proprietari di altri immobili “prima casa” acquistati con le relative agevolazioni;
  • L’immobile acquistato deve essere adibito ad uso abitativo, ubicato in territorio italiano e non essere accatastato come edificio di lusso;
  • L’importo non deve eccedere i 250 mila euro.

Tassi di interesse del Fondo di Garanzia

Per il fondo di Garanzia Consap “è previsto un tasso calmierato del finanziamento”, tale per cui “il TEG (tasso effettivo globale) non deve essere superiore al tasso effettivo globale medio (TEGM)”.

“In questo momento”, secondo quanto rilevato da Stefano Tempera di Cercamutuo.com, “chi ha la necessità di richiedere un finanziamento che copra l’intero prezzo dell’immobile e si rivolge al Fondo di Garanzia può ottenere un tasso poco sotto al 3% per un mutuo variabile e di poco superiore per un mutuo fisso”. Il tutto confrontato con il fatto che un mutuo “normale”, a dicembre, presenta tassi dello 0,30% per i mutui variabili e 0,70% per i mutui fissi, all’incirca.

Chi ha diritto al Fondo Consap

Chi può accedere al Fondo Consap? Possono accedere tutti, ma in particolare le seguenti categorie:

  • giovani coppie (almeno uno dei due componenti non deve aver superato i 35 anni di età);
  • nuclei familiari composti da un solo genitore con almeno un figlio minore;
  • under 35 anni titolari di un rapporto di lavoro atipico (contratto a tempo determinato, stagionali, part time);
  • conduttori di alloggi di case popolari.

Come fare domanda per il Fondo di Garanzia prima casa

Come fare domanda per il Fondo Consap? La domanda per il Fondo di garanzia va fatta presentando la richiesta direttamente presso l’istituto di credito, qualora aderente all’iniziativa e qualora disponibile a concedere il finanziamento. L’elenco delle banche aderenti è disponibile sul sito Abi, mentre la modulistica per la richiesta è disponibile sul sito Consap.