Notizie su mercato immobiliare ed economia

Mutuo al 100 per cento, quando chiederlo nel 2020

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Anche nel 2020 è possibile richiedere un mutuo al 100%, che copra cioè l’intero importo del finanziamento per l’acquisto della casa. Vediamo quando è possibile.

Mutui 100%, cosa sono e quando vengono concessi

Un mutuo solitamente finanzia non più dell’80% del valore di una casa, ciò in ottemperanza alla richiesta di garanzie di sostenibilità del finanziamento da parte della banca. Tuttavia ci sono alcune banche che concedono il finanziamento anche con un Loan to value del 100%. Si tratta appunto dei mutui 100%, che però richiedono delle condizioni di garanzia in più.

Mutui al 100% possono essere concessi se il valore di perizia dell’immobilie risulta inferiore alla richiesta da parte del potenziale mutuatario, o in presenza di determinate offerte da parte delle banche. Va detto che in questo caso il rischio di insolvenza si configura come più concreto: chi sceglie un finanziamento totale è infatti una persona che non dispone di liquidità e quindi è a più alto rischio. Si tratta ad esempio, tipicamente, di giovani appena entrati sul mercato del lavoro o con contratti precari.

Mutui 100%, le garanzie richieste

Occorre quindi, alla banca, qualche garanzia in più, in particolare l’appoggio di un garante con un contratto a tempo indeterminato che possa eventualmente subentrare al mutuatario in caso di suo mancato pagamento delle rate.

Ulteriore “svantaggio” del mutuo al 100%  è il fatto che lo spread applicato dalla banca su prestito sia più alto, appunto per compensare la possibile insolvenza del debitore, e che vi si abbini spesso una polizza di assicurazione obbligatoria, che eleva il costo del finanziamento stesso.

Mutuo 100%, l'offerta migliore nel 2020

Qual è la migliore soluzione di mutuo al 100% a febbraio 2020? Secondo Mutuionline, simulando la richiesta da parte di un 40enne romano con stipendio netto da 2400 euro al mese, per un finanziamento ventennale di 80 mila euro una delle migliori soluzioni è Mutuo Domus Fisso di Intesa Sanpaolo, con una rata mensile di 400,93 euro (Tan 1,90% e Taeg 2,30%). L’importo finanziabile è pari fino al 100% del minore tra il prezzo di acquisto e il valore di perizia dell'immobile cauzionale. L’importo finanziabile minimo è pari a 30.000 euro e il massimo è pari a 300.000 euro. Il mutuo è concesso a patto che i mutuatari siano residenti in Italia e che alla scadenza del mutuo non abbiano un’età superiore a 75 anni.