Notizie su mercato immobiliare ed economia

Pergotenda ed edilizia libera, nuovi chiarimenti dal Consiglio di Stato

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il Consiglio di Stato interviene nuovamente in tema di pergotenda ed edilizia libera. Vediamo quanto chiarito.

In presenza di determinate condizioni, l'installazione di una pergotenda rappresenta un intervento di edilizia libera e non necessita di permesso. Ad affermarlo il Consiglio di Stato con la sentenza 3393/2921.

Come spiegato da Edil portale, che ha esaminato il caso, il Consiglio di Stato ha richiamato una precedente sentenza nella quale è stato spiegato che "sono nuove costruzioni i manufatti leggeri, anche prefabbricati, purché siano utilizzati come abitazioni, ambienti di lavoro, depositi o magazzini e dotati di una propria autonomia funzionale". Secondo quanto sottolineato dai giudici, secondo una circolare interpretativa del Comune in questione "non sono nuove costruzioni i gazebo, i pergolati e le tettoie 'leggere' non tamponate lateralmente su almeno tre lati aventi carattere pertinenziale e meramente accessorio rispetto allo stabile". 

In base a quanto specificato dalla sentenza, questi manufatti "creano un riparo temporaneo dal sole, dalla pioggia, dal vento e dall'umidità, senza creare un ambiente in alcun modo assimilabile a quello interno, a causa della mancanza della necessaria stabilità, di una idonea coibentazione termica e di un adeguato isolamento dalla pioggia, dall'umidità e dai connessi fenomeni di condensazione".

I giudici hanno poi evidenziato che nella circolare del Comune sono annoverati tra gli interventi di edilizia libera le strutture semplici, tra le quali ci sono i gazebo, le pergotende con telo retrattile, i pergolati, "se elementi di arredo annessi ad unità immobiliari e/o edilizie aventi esclusivamente destinazione abitativa", le tende autoportanti, le tende in aggetto, gli ombrelloni.
 
E' stato poi ricordato che nella sentenza precedente, si è ritenuto che "l'elenco dovesse essere esteso ai manufatti tipo pergotende, ribadendo che la realizzazione di una pergotenda, opera precaria sia dal punto di vista costruttivo sia da un punto di vista strettamente funzionale, esclude la necessità di titolo edilizio, a meno che non determini una evidente variazione di sagoma e prospetto dell'edificio".