Notizie su mercato immobiliare ed economia

Gli immobili di lusso delle grandi capitali sono il nuovo oro?

il quartiere di belgravia a londra. foto: amandabhslater (flickr.com cc)
Autore: Redazione

Alcuni quartieri di città come londra o parigi, e più recentemente berlino o bruxelles, ma senza dimenticare Roma e Milano, hanno registrato negli ultimi dieci anni degli aumenti pari o superiori a quelli dell'oro. Si tratta di un settore ad altissimo rendimento, ma che tuttavia nasconde alcune insidie

Prendiamo come caso esemplare londra

Secondo l'operatore del lusso, knight frank, i prezzi delle abitazioni del settore luxury nella capitale inglese sono aumentati dello 0,8% a settembre, con un aumento annuale nel 2012 del 10,1%

Le incertezze sull'euro hanno inciso in questo processo: molti ricchi hanno preferito comprare un immobile in sterline. Per questa ragione dall'inizio della crisi economica nel 2009 il settore ha registrato un aumento del 52% dei listini. Una cifra davvero sensazionale, pari a quanto successo con l'oro

Non c'è da sorprendersi di questi movimenti. Mentre la city rischiava il collasso e i grandi manager perdevano il lavoro, gli investitori internazionali facevano incetta di immobili in quartieri come nothing hill, belgravia o kensington. In queste zone, che compongono il cosiddetto plc (prime central london) oltra alla rivalutazione del capitale iniziale, si hanno dei rendimenti davvero interessanti sugli affitti

È tutto oro quel che luccica?

Gli immobili hanno sempre alcuni problemi: gli alti costi di entrata e uscita, in termini di imposte e di intoppi per riottenere la liquidità iniziale, ma soprattutto le tasse. Il regno unito è un chiaro esempio: quest'anno il passaggio di prorpietà per gli immobili con un valore superiore ai 2 milioni di sterline è aumentano del 7%. Inoltre il primo ministro cameron non esclude una patrimoniale immobiliare per i grandi portafogli

Insomma: le case si vedono, non si possono nascondere e si tassano facilmente