Notizie su mercato immobiliare ed economia

Lo scandalo delle case vuote in europa, in Italia sono circa due milioni

Autore: Redazione

Se da un lato in Europa ci sono circa 4 milioni di senza fissa dimora, dall'altro si contano oltre 11 milioni di abitazioni completamente abbandonate: un numero più che sufficiente per ospitare il doppio dei senzatetto del continente. La denuncia arriva dalle associazioni che si occupano proprio di emergenza abitativa e gli sconvolgenti dati sono stati pubblicati dal quotidiano britannico the guardian. Per quanto riguarda il nostro paese si parla di circa 2 milioni di abitazioni inutilizzate

È cosi che l'Italia, insieme alla Francia, si aggiudica il secondo posto della triste classifica, occupata in pole position dalla Spagna, con 3 milioni e 400mila case vuote. In Germania, invece, si contano 1,8 milioni di abitazioni inutilizzate e nel regno unito più di 700mila. Ma l'allarme riguarda anche l'Irlanda, la Grecia, il Portogallo e altri paesi

Molte di queste case si trovano nei grandi villaggi turistici costruiti durante il boom dell'edilizia fino al 2007/2008, quando la crisi ha dato una sonora accettata al settore. L'assurdità è che non sono mai state occupate e abitate. Tante sono state acquistate come forma di investimento da persone che poi di fatto non le hanno mai utilizzate

Le associazioni che si occupano di emergenza abitativa denunciano questa situazione e parlano di uno "spreco scioccante". David ireland, direttore dell'associazione di carità empty homes ha detto: "è incredibile, si tratta di un numero enorme. Le case vengono costruite per farci vivere le persone, se non vengono abitate vuol dire che qualcosa nel mercato immobiliare è andato veramente male". Ireland ha quindi auspicato un intervento della politica per sanare questo sistema malato

Secondo l'unione europea nell'intero continente ci sono circa 4,1 milioni di senzatetto e le 11 milioni di case non abitate potrebbero rappresentare la soluzione a questo grosso problema. A tal proposito, freek spinnewijn, direttore dell'organizzazione feantsa, ha sottolineato il fatto che per i senza fissa dimora sarebbe sufficiente poter utilizzare la metà delle abitazioni inutilizzate presenti in europa

Secondo spinnewijn i diversi governi dovrebbero intervenire per mettere sul mercato queste case. Il grosso scoglio, però, è rappresentato dagli investitori che sperano di guadagnare con la crescita del costo degli immobili

Per conoscere nel dettaglio la situazione del nostro paese bisogna attendere il censimento che verrà pubblicato quest'estate, ma secondo l'istituto nazionale di statistica nel 2011 le case vuote erano 2,7 milioni e secondo la cgil nel 2012 erano 2 milioni

Foto: the guardian