Notizie su mercato immobiliare ed economia

Padiglioni Expo, che fine faranno?

Il padiglione dell'Austria all'Expo
Autore: Redazione

Dopo 184 giorni, la Expo 2015 ha chiuso i battenti. La domanda che si fanno in molti adesso è che fine faranno le imponenti strutture protagoniste dell'esposizione? Vediamo quale sarà il destino di molti padiglioni

Padiglione del Brasile - Il padiglione che ha appassionato tanti visitatori, soprattutto per la sua rete, diventata uno dei simboli dell'Expo, finirà all'asta. Su questa pagina web è infatti possibile fare la propria offerta per portarsi a casa un ricordo dell'opera tra ogetti di design, complementi di arredo, attrezzature multimediali e informatiche, mobili d'ufficio o la famosa metafora del sistema agroalimentare brasiliano.

Padiglione della Svizzera - Le quattro torri-deposito del padiglione svizzero rimpite di caffé, sale, mele essiccate e acqua saranno trasportate nei canntieri del Paese per diventare delle serre. Il materiale usato per realizzarle sarà riciclato.

Padiglione degli Emirati Arabi - L'oasi del Padiglione degli Emirati Arabi Uniti, uno degli elementi più ammirati dell'Expo, sara' ricollocata a Masdar City, "la prima città del mondo a emissioni zero". 

Padiglione Austria - Le circa 12mila piante del padiglione austriaco verranno rinpiantate, pini e larici, ad esempio, sanno destinate a un bosco vicino a Bolzano.

Padiglione dell'Azerbaigian - Le sfere della struttura diventeranno un centro per la tutela della biodiversità nella capitale Baku

Padiglione della Gran Bretagna - Il padiglione del Regno Unito che rappresenta la vita di un'ape, da un frutteto ad un alveare, tonerà in patria dove diventerà una scultura di land art

Padiglioni per la cooperazione e lo sviluppo -  Alcuni dei padiglioni saranno utlizzati per scopi sociali e progetti di cooperazione internazionale. il Padiglione Don Bosco diventerà un centro giovanile in Ucraina, i container che compongono lo spazio del Principato di Monaco ospiteranno un centro della Croce Rossa in Burkina Faso. Il villaggio della onlus Save The Children troverà collocazione nel campo profughi di Jarahieh, in Libano. Parti delle strutture Kinder+Sport e Slow Food andranno in Africa. Le prime diventeranno aule didattiche e infermerie, le seconde animeranno gli orti degli agricoltori. Il Padiglione Coca Cola, che ha le dimensioni di un campo da basket regolamentare, resterà invece a Milano, per diventare un centro sportivo.

Expo 2015 cosa resterà - Come affermato dal commisario Sala, le strutture simbolo dell'Expo - ovvero Palazzo Italia, Padiglione Zero e Albero della Vita - resteranno congelate all'intero del sito per tornare a vivere probabilmente la prossima primavera.