Notizie su mercato immobiliare ed economia

Fondi fantasma e lite sui terreni. L'expo se ne va in turchia?

Autore: Redazione

È prevista entro novembre la verifica dei lavori davanti al commissario della bie, ma a causa delle lungaggini burocratiche, liti sull'acquisto dei terreni e fondi fantasma spunta l'incubo che l'expo 2015 torni a smirne, la città turca che perse con Milano per pochi voti

La società expo è ancora in alto mare per quanto riguarda l'acquisizione dei terreni su cui sarà allestita l'esposizione. Lo scontro, infatti, è ancora aperto tra comune e regione: da una parte il sindaco letizia moratti contraria all'acquisto di quei terreni e dall'altra il governatore della Lombardia Roberto formigoni che vuole comprarli a tutti i costi attraverso la società da lui ideata

Il pericolo ora è quello di vedersi soffiare la manifestazione da Roma o addirittura dalla città che arrivò seconda contro Milano, smirne, appunto, che a quanto pare è in grado di fare un'offerta allettante per i conti locali. La turchia, sarebbe disposta, infatti, ad un risarcimento economico in cambio dell'esposizione universale. La proposta dovrà essere vagliata del bie, che terrà in conto, certamente, il tasso di crescita della turchia del pil pari al 4,5% contro quello italiano, 1%

Intanto, mentre l'expo rischia grosso, e Milano rischia di perdere la sua credibilità, più di qualcuno sta per abbandonare la nave: Angelo provaroli sta valutando la possibilità di lasciare l'incarico di presidente del collegio dei sindaci di expo 2015 spa. Mentre il consigliere d'amministrazione Leonardo carioni potrebbe dimettersi

Tutto questo mentre si attendono le date delle gare, dell'avvio dei lavori, dell'acquisto dei terreni e dell'arrivo dei fondi