Notizie su mercato immobiliare ed economia

Milano, l'architetto boeri parte dalle case sfitte

Autore: Redazione

Stefano boeri, candidato alle primarie del pd a Milano in vista delle elezioni amministrative del 2011 ha presentato il suo programma. Non solo case e piani urbanistici, promette. Intanto inizia dalla questione immobiliare e tocce la piaga delle case sfitte

"Prima di costruire nuovi uffici, nuovo terziario, nuovi grandi complessi residenziali risolviamo il problema dello sfitto" esordisce l'architetto presentando il suo programma allo spazio the hub di via Paolo sarpi a Milano. Secondo boeri, infatti, l'amministrazione attuale "non ha la capacità di guardare in faccia le cose. Si parla di città in grande crescita, ma basta girare per Milano per vedere che la cittá si sta svuotando: ci sono 80 mila appartamenti vuoti, 900 mila metri quadri di uffici sfitti, decine di migliaia di negozi vuoti" ha aggiunto il candidato del pd

La soluzione? rivitalizzare i tanti spazi costruiti non utilizzati, partendo dal centro storico: "dobbiamo portare i giovani nel centro storico - ha detto - il centro di Milano oggi è vuoto, è come una periferia ed è insicuro"

Dopo essersi detto "fiero di aver lavorato all'expo, ha risposto a chi gli contestava la sua attività per letizia moratti ricordando il suo progetto con architetti internazionali per l'orto botanico (leggi notizia) prima accolto in maniera entusiasta dall'attuale amministrazione che ora, invece ·è impegnata in una corsa frenetica per logorarlo, in un tentativo di spartizione della torta"

Ma è anche nell'expo stessa e nell'eredità che l'evento lascerà alla città di Milano che boeri vede la possibilità di risolvere alcuni problemi, motivo questo per il quale non lascerà l'expo e per non sperare che fallisca: "sarebbe una bomba a livello internazionale"

Se ti ha interessato questa notizia leggi anche: le nuove case popolari saranno di legno