Notizie su mercato immobiliare ed economia

Crisi economica, il bello deve ancora venire? (grafico)

Autore: Redazione

Crisi economica: gli effetti hanno già raggiunto il culmine o il peggio deve ancora venire? a questa domanda, posta da eurobarometro, quasi la metà dei cittadini europei ha risposto che gli effetti della crisi non hanno ancora toccato il fondo. La soluzione? guarda il grafico

D'altro canto, per vedere il bicchiere mezzo pieno, gli europei che hanno scelto l'opzione più fiduciosa sono il 43%, ossia un punto percentuale in più rispetto al precedente sondaggio dell'autunno 2010 e 15 punti percentuali in più rispetto alla primavera 2009. Rispetto alle misure da prendere gli europei chiedono sempre più un'azione a livello dell'ue e una maggiore cooperazione per affrontare la crisi ed evitare problemi in futuro. Quasi 8 europei su 10, infatti, ritengono che un maggiore coordinamento delle politiche economiche tra gli stati membri dell'ue sarebbe utile per affrontare la situzione economica

A peggiorare la media delle opinioni degli europei sono i cittadini dei paesi che continuano a fare i conti con la recessione e con un aumento della disoccupazione. Ci sono paesi ottimisti e pessimisti a riguardo: i più ottimisti sono la danimarca (68%), l'estonia (64%) e l'austria (62%). Di parere opposto sono ad esempio il portogallo (80%) e la grecia (78%)

Gli europei continuano a sostenere ampiamente il concetto "più forti lavorando insieme". Il 79% (+2 punti percentuali rispetto all'autunno 2010) è favorevole ad un "maggiore coordinamento delle politiche economiche tra gli stati membri dell'ue"

Il 78% (+3) è favorevole ad una "più stretta sorveglianza da parte dell'ue quando vengono spesi fondi pubblici per salvare le banche e gli istituti finanziari", il 78% (+3) ritiene che "un maggiore coordinamento delle politiche economiche e finanziarie tra i paesi dell'eurozona" sarebbe utile, il 77% (+2) auspica una maggiore sorveglianza da parte dell'ue sulle attività dei grandi gruppi finanziari" e il 73% (+2) ritiene che "un ruolo più importante per l'ue nella regolamentazione dei servizi finanziari" sarebbe efficace

Articolo visto su
(idealista.it/news)