Notizie su mercato immobiliare ed economia

12 mila immobili contesi tra stato e comuni

Autore: Redazione

 12 mila immobili per un valore di circa 3 milioni di euro. Sono quelli trasferiti dallo stato ai comuni nell'ambito del federalismo demaniale, ma che gli enti locali non possono toccare fino a quando non siano pubblicate le relative liste. E che lo stato vorrebbe inserire nel progetto di dismissione del patrimonio pubblico, ma che ormai non può più utilizzare.  Per recuperare gli immobili della cosidetta "white list" governo e comuni pensano a soluzioni contrapposte

Per il governo -che sta lavorando da tempo alla creazione di fondi immobiliari gestiti da una società di risparmio per la valorizzazione e dismissione del patrimonio pubblico- la soluzione sarebbe l'adozione di un provvedimento che permettesse utilizzare il patrimonio immobiliare del federalismo demaniale. Questo senza l'avvallo dei comuni. Quest'ultimi, invece, spingono verso la creazione di fondi immobiliari e mobiliari ai quali trasferire beni e azioni a cambio della partecipazione agli stessi. Con il duplice scopo di rispettare gli obblighi di privatizzazione dei servizi pubblici, senza però correre il rischio di svendere sia le partecipazioni che gli immobili

Una proposta che gli enti locali avevano cercato di far inserire già nel decreto salva Italia, ma che aveva incontrato l'ostitilità del governo. Ora invece si profila una possibile apertura sull'argomento da parte del ministero dell'economia

 

Articolo visto su
(Milano finanza)