Notizie su mercato immobiliare ed economia

Monti: non è tempo di nuove manovre, no alla patrimoniale

Autore: Redazione

Patrimoniale sì o no? in molti la temono, specie se nel computo dei redditi rientrano anche i beni immobiliari, altri la auspicano per evitare i tagli ai servizi. L'imposta sui beni patrimoniali si aggira sempre come uno spettro tra gli italiani, ma per il momento il governo monti non la prende in considerazione. Ci sarà da fidarsi?

Ricordiamo che la patrimoniale è una tassa calcolata non sui redditi ma sul patrimonio. Una versione fu applicata nel 1992 dal governo tecnico di amato per evitare il crack finanziario, tramite un prelievo forzoso del sei per mille su tutti i conti correnti bancari. C'è chi considera le imposte sulla casa, come l'ici o l'imu, una patrimoniale di fatto, così come le imposte di successione

Quanti temevano nuovi tagli dal governo monti, posso dormire sonni tranquilli. Almeno per il momento. Il premier ha infatti dichiarato che tra i piani del governo non c'è una nuova manovra estiva, e neanche l'istituzione di una patrimoniale

"Non abbiamo nessuna intenzione di fare nuove manovre siamo sulla via per il conseguimento degli obiettivi di bilancio, né di istituire una patrimoniale sopra i 250mila euro". Sull'assenza di segnali di crescita, il premier ha detto di non essere sorpreso, ma che "la crescità verrà, ma ci vorrà ancora tempo viste le previsioni che danno l'uscita dalla recessione e l'hanno collocata in una fase iniziale dello spread"

Sul rischio contagio dei mercati, dalla spagna all'Italia, con
Lo spread del nostro paese che è schizzato a 525
, Il premier ha affermato che "il contagio è in corso, e non da oggi". Sulla possibilità di usare la possibilità offerta da uno scudo antispread, il premier ha aggiunto "credo che dobbiamo fare di tutto, come stiamo facendo, per uscire dalle difficoltà con le nostre forze, pur se in un contesto di piena collaborazione europea. Meglio non essere tra quelli che tendono la mano"

Articolo visto su
(Tgcom24)