Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come riconoscere le false partite iva

Autore: Redazione

La riforma del lavoro ha introdotto alcune norme che mirano a stanare le cosiddette false partite iva, che nascondono rapporti subordinati o parasubordinati. Una guida del sole24 ci spiega quali sono le tre caratteristiche che ci dicono che non siamo in presenza di un lavoro autonomo

1) durata del rapporto di lavoro. Se dura per almeno otto mesi nell'arco di due anni consecutivi, tenendo come riferimento l'anno di calendario

2) entità dei compensi: se il compenso ricevuto dal lavoratore da unico committente o da committenti diversi, ma che risultano come unico centro di imputazione del lavoro, è pari all'80% dei redditi percepiti. In questo caso il periodo di riferimento è l'anno solare

3) la postazione di lavoro. Se il lavoratore "autonomo"  non solo ha la possibilità di accedere all'azienda, ma dispone di un ufficio o di una scrivania (non è richiesta l'esclusività nell'uso)

In presenza di almeno due caratteristiche su tre, la riforma del lavoro stabilisce che si tratta di una falsa partita iva