Notizie su mercato immobiliare ed economia

Legambiente, nuovi incentivi per riqualificazione energetica dei condomini

Autore: andrea manfredi (collaboratore di idealista news)

Quanto si può risparmiare su gas ed energia elettrica con adeguati interventi di riqualificazione energetica nei condomini? circa il 50%, secondo legambiente, se verrà adottato un piano per la ristrutturazione degli stabili che contengano almeno cinque nuclei abitativi. Per farlo servirebbe un nuovo sistema di incentivi per la riqualificazione energetica, sul modello del green deal inglese

I bonus per coibentare gli appartamenti, sostituire le finestre e le caldaie, installare pompe di calore, pannelli solari o fotovoltaici hanno permesso di migliorare le prestazioni energetiche di 5 milioni e mezzo di abitazioni dal 1998 ad oggi. Dal 2007, anno dell'introduzione delle famose "detrazioni 55%" gli italiani hanno avviato 1,6 milioni di interventi, tagliando i costi delle proprie bollette luce e gas e dando una mano all'ambiente

Legambiente però propone di rivedere il meccanismo di assegnazione degli incentivi, attualmente basato solo sull'importo per realizzare ogni intervento, e non sul mantenimento di una classe energetica più virtuosa in seguito all'intervento stesso. Per questo motivo, la proposta dell'associazione è quella di fondare l'erogazione dei bonus sui titoli di efficienza energetica (tee), che certificano l'effettivo risparmio consueguito di anno in anno da ogni edificio

In questo modo, si otterrebbero maggiori benefici fiscali se l'intero stabile fosse interessato dalla riqualificazione, e non solo le singole abitazioni. Il vantaggio non sarebbe solo legato al risparmio e alla riduzione delle emissioni di co2: in sei anni, dal 2014 al 2020, coinvolgendo circa 200 mila edifici si darebbe vita a un giro d'affari da 3 miliardi di euro, che genererebbe 120 mila nuovi posti di lavoro e darebbe nuova linfa, ecosostenibile, al settore edilizio