Notizie su mercato immobiliare ed economia

Scadenza imu gennaio 2014: nessuno sconto ai contribuenti

Autore: Redazione

Entro il 24 gennaio 2014 i cittadini di circa 2.500 comuni - che hanno ratificato le aliquote sopra lo 0,4% - dovranno pagare la mini imu del 2013. In attesa di sapere cosa succederà con il decreto imu-bankitalia, sembra essere questa l'unica certezza di quel groviglio che è diventata la questione relativa alle tasse sulla casa

Non è andato a buon fine il tentativo di cancellare la cosiddetta mini imu. L'esiguità dei fondi in cassa ha vanificato tale possibilità e a nulla è valsa la proposta dell'associazione dei comuni che ha cercato di compensare la cancellazione del pagamento dell'imposta con una tassa, una tantum, sul gioco d'azzardo

Con la mini imu i comuni potranno contare su un gettito di circa 440 milioni di euro, ovvero il 40 per cento coperto dai contribuenti, più 660 milioni di euro, ossia il 60 per cento coperto dallo stato, per un ammontare complessivo di 1,1 miliardi di euro

In quei comuni dove i sindaci hanno aumentato l'aliquota al 5 o al tetto massimo del 6 per mille, tocca ora ai cittadini pagare il 40% della differenza. E si parla di 12,6 milioni di contribuenti, il 61 per cento del totale, costretti a dover mettere mano al portafoglio

Ti potrebbe interessare

Come si calcola la mini-imu

Ecco tutte le aliquote dei comuni italiani

 

Articolo visto su
(Agenzia)