Notizie su mercato immobiliare ed economia

Indice idealista.it, affittare casa è diventato più conveniente in 9 delle 13 grandi città (tabella prezzi)

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Secondo l’indice di idealista.it, nel primo semestre del 2014 il mercato degli affitti ha segnato ancora una contrazione dei canoni in numerose città confermando il trend negativo dei prezzi, anche se alcuni centri mostrano segnali di recupero. La città più cara per gli
Affitti rimane Milano, dove locare un bilocale
Costa quasi mille euro, mentre la più economica è Catania

È quanto emerge in sintesi dalla fotografia del portale di annunci immobiliari, che ha monitorato l'andamento dei prezzi di 15.850 immobili nelle città capoluogo italiane tra dicembre 2013 e giugno 2014

Secondo Vincenzo de Tommaso, responsabile dell’ufficio studi del portale: “si tratta di un calo prevedibile dal momento che l’offerta di immobili da locazione è in costante aumento. Le nuove tasse sulla casa pesano infatti sulle scelte dei proprietari spinti a mettere gli immobili in locazione da una parte per incrementare il proprio reddito e allentare la tassazione sulla casa, dall’altra la riforma della cedolare secca sugli affitti rende la locazione a prezzi calmierati decisamente vantaggiosa per proprietari e inquilini. Il canone concordato è il tema del momento, ma la mancanza di chiarezza degli accordi territoriali determina la mancanza di un’offerta adeguata”

Sul fronte dei prezzi, tra le 13 città maggiori il segno positivo comprare solo a Venezia (5%; 11,9 euro/m2 al mese),  che prosegue in ascesa per il secondo semestre consecutivo,  Firenze (2,6%; 12 euro/m2),  Padova (1,7%; 7,4 euro/m2) e Roma (1%; 13,5 euro/m2)

Per il resto tutti gli altri centri fanno ancora un passo indietro, dai cali perentori di Genova (7,5 euro/m2) e Bari (7,2 euro/m2)  - entrambe con una diminuzione del 6% - all’atterraggio morbido di Bologna (-0,3%; 9,5 euro/m2)  e Milano (-0,3%; 14,3 euro/m2). Quest’ultima si conferma la città con i canoni più elevati e più stabili d’Italia dopo una fase negativa 

I prezzi hanno accelerato la velocità di caduta a Napoli (-4,8%; 9,2 euro/m2) e Torino (-4,7%; 7,7 euro/m2), giù anche a Cagliari (-3%; 8,2 euro/m2), Catania (-0,9%; 6,1 euro/m2) Palermo (-0,5%; 6,2 euro/m2), le città dove andare in affitto costa meno

Idealista ha stimato i valori medi per le tipologie immobiliari più richieste dalle famiglie italiane sulla base dei valori medi al metro quadrato riportati sopra . Dallo studio emerge il primato di Milano dove l’affitto del bilocale ammonta mediamente a 929 euro mensili, mentre per tre stanze bisogna sobbarcarsi una spesa di 1.215 euro al mese 

Oltre a Milano, sforano il tetto dei 1.000 euro al metro quadro per i trilocali anche Roma (1.147 euro/mese), Firenze (1.022 euro/mese) e Venezia (1.010 euro/mese), con valori che nelle zone centrali possono incrementarsi anche del 30-40%

All’opposto della tavola Catania risulta il centro a più buon mercato dove bastano 397 euro/mese per i bilocali, poco più di 500 euro per i trilocali