Notizie su mercato immobiliare ed economia

Catasto, fiaip: "la riforma va bene, ma ci spaventa la voracità dello stato"

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Sulla riforma del catasto si è pronunciata anche la federazione italiana agenti immobiliari professionali. Attraverso una nota, Paolo righi, presidente nazionale fiaip, ha fatto sapere: "la riforma del catasto va bene, ma ci spaventa la voracità dello stato: resta da capire come verranno tassate le nuove rendite catastali"

E ancora: "in merito alla riforma del catasto la fiaip esprime tutte le sue perplessità in quanto permangono ancora molti dubbi sull'applicazione e la definizione del nuovo algoritmo"

Nella nota, che analizza le problematiche collegate alla nuova riforma del catasto e le occupazioni abusive di immobili pubblici, righi ha poi spiegato: "è ancora prematuro determinare l'impatto sulla riforma del catasto sul mercato. Come fiaip siamo favorevoli alla riforma perché l'aggiornamento dei valori e dei dati e delle caratteristiche degli immobili potranno senz'altro favorire una maggiore trasparenza del mercato, incidendo anche sulla definizione delle stime immobiliari"

Il presidente nazionale fiaip ha poi sottolineato il fatto che sta "iniziando un percorso complesso per un catasto moderno e il sistema che si è messo in campo è molto articolato. Attraverso le nuove rendite catastali lo stato potrà attuare una perequazione a gettito invariato e con i nuovi estimi senza dubbio si punta a dare un reale valore degli immobili, ma è necessario fare attenzione alle aliquote e alla nuova metodologia di calcolo. Non vorremmo che diventasse l'ennesimo bancomat utilizzato dal governo per alzare le tasse sull'immobiliare"