Notizie su mercato immobiliare ed economia

Fiaip: "Aumentare le tasse sulla casa non è la ricetta giusta per il nostro Paese"

Autore: Redazione

La ricetta del Fondo monetario internazionale per assicuare la ripresa del nostro Paese non piace per niente agli agenti immobiliari di Fiaip. Secondo il presidente Paolo Righi, infatti, l'ipotesi suggerita di un aumento del prelievo sulla casa è diametralmente opposta a ciò che serve ora all'Italia, e penalizzerebbe ulteriormente i contribuenti e le imprese.

“Diciamo no a nuove tasse sugli immobili e nuove patrimoniali: gli italiani attendono da anni una detassazione per gli investimenti immobiliari e non ulteriori aggravi della pressione fiscale. Serve una manovra che tagli la spesa pubblica - afferma  Paolo Righi, Presidente Nazionale Fiaip - metta in atto la spending review tanto annunciata, abbatta la tassazione immobiliare e  riduca l'imposizione fiscale per i cittadini. Occorre,  dare veri segnali di fiducia al settore immobiliare:  avviare quanto prima un'opera di correzione delle politiche tributarie iniziate nel 2011, riducendo progressivamente un carico impositivo che comprime la crescita, l'occupazione e i consumi.”

"La ripresa economica è ancora fragile con un tasso di crescita nel 2017 e 2018 tra i più bassi d’Europa e il sentiero su cui si trova il Paese tra equilibrio dei conti e crescita è stretto.  Per questo ridurre la pressione fiscale sull’immobiliare e  legiferare senza dare ulteriore incertezza al mercato è ormai una vera priorità. Purtroppo, constatiamo come la manovra in arrivo, ancora una volta, va nella direzione opposta alla crescita".