Notizie su mercato immobiliare ed economia

Quanto hanno investito in immobili le famiglie europee dal 2008?

Autore: Redazione

Il mattone resta uno degli investimenti più amati dagli italiani. L’ennesima conferma arriva dai dati Eurostat sulla percentuale di reddito lordo investito in immobili in Europa.

L’Italia, infatti, secondo i dati a disposizione dal 2008 al 2017 risulta al di sopra della media europea: la percentuale di reddito lordo investito in immobili è del 9,22% nello Stivale, a dispetto dell’8,11% registrata in media nel resto del Continente. Va sottolineato, inoltre, che la percentuale di reddito investito dalle famiglie è in aumento dal 2015 (7,98%) al 2008 (8,45%).

L’Italia entra anche nella top 10 dei Paesi nei quali le famiglie hanno investito, in media, la percentuale maggiore di reddito lordo in immobili. Le prime tre sono, in ordine, Norvegia (11,37%), Lussemburgo (11,07%) e Cipro (11,02%). A poca distanza seguono Finlandia (10.68%), Olanda (10,18%) e Belgio (10,05%).

Posizione Paese % reddito investito
1 Norvegia 11.37
2 Lussemburgo 11.07
3 Cipro 11.02
4 Finlandia 10.68
5 Olanda 10.18
6 Belgio 10.05
7 Francia 9.38
8 Italia 9.22
9 Germania 9.15
10 Rep. Ceca 8.82

L’Italia (9,22%) è preceduta di poco dalla Francia (9,38%) e seguita dalla Germania (9,15%). Il fanalino di coda è la Bulgaria (3,08%), ma colpisce anche il dato del Regno Unito (5,13%). La media europea è dell’8,11%. Nazioni come Spagna (7,02%) e Portogallo (5.52%) galleggiano sotto la media continentale e nella seconda metà della classifica.

Concentrandosi sul confronto anno per anno, tra la media europea e gli investimenti realizzati in Italia, si evidenzia la tendenza delle famiglie italiane a investire sul mattone. Anche se, la distanza, sembra essersi ridotta di anno in anno (nel 2017 e 2018 lo scarto è praticamente ininfluente).