Notizie su mercato immobiliare ed economia

Castelli in vendita in Italia, eccone cinque dal Piemonte all'Umbria

La camilluccia
Il castello della Camilluccia in vendita / Italy Sothebys International Realty
Autore: Redazione

Maestose testimonianze di un tempo ormai passato, i castelli italiani continuano ad affascinarci per le storie, i miti e leggende che ancora oggi raccontano. Eccone alcuni in vendita da Italy Sotheby’s International Realty.

Castello di Oramala, Lombardia

Italy Sothebys International Realty
Italy Sothebys International Realty

Arroccato sull’Appennino pavese nella Val di Nizza, il Castello di Oramala (dal più antico “auramala”: vento cattivo, per le correnti fredde della zona), sorse nel X secolo quando queste terre erano possedimento del vescovo di Tortona e nacque per motivi difensivi e di riscossioni tributarie. Proprietà dei marchesi Malaspina fin dall’XII secolo fu riedificato nel XIV secolo e ospitò illustri poeti provenzali.

All’interno del maniero oggi troviamo numerose sale, alcune delle quali adibite a museo, una cappella e un locale sotterraneo che si pensa fungesse da prigione. Il Castello è anche conosciuto per miti e leggende. Tra tutte, la più curiosa narra che nelle sue stanze si aggiri il fantasma del grande imperatore Federico Barbarossa.

Castello di Montegalda, Veneto

Italy Sothebys International Realty
Italy Sothebys International Realty
Posto sul colle che sovrasta il centro del paese di Montegalda, prossimo a quei Colli Euganei resi famosi dal ritiro letterario di Ugo Foscolo, sorge l’omonimo Castello, cintato da mura medievali e dotato di ponte levatoio del '300 perfettamente conservato e funzionante. La storia di questa splendida proprietà, a metà strada tra Vicenza e Padova, inizia in epoca romana, in fatti visibile il basamento di una torre del periodo, per proseguire al 1176 quando, per la sua posizione dominante, divenne un importante baluardo.

Fatto del tutto eccezionale è che la massiccia struttura militare conviva con le caratteristiche tipiche di una villa veneta: nel Settecento i proprietari dogali veneziani trasformarono l'originale complesso in una bellissima dimora in grado di competere con le Ville Palladiane dove il patriziato veneziano trascorreva gli ozii estivi. Buona parte degli spazi venne affrescata da Andrea Urbani, pittore paesaggista e decoratore veneziano del '700, mentre le preziose statue sono riconducibili a Orazio Marinali, importante scultore vicentino.

La Camilluccia, Piemonte

Italy Sothebys International Realty
Italy Sothebys International Realty
Villa-Castello del 1700, la Camilluccia sorge sui resti della cosiddetta “Isola di San Rocco”, un luogo di preghiera con un piccolo convento di frati nella zona collinare del novarese, a una decina di minuti dal Lago d’Orta. Negli anni seguenti la proprietà fu poi ristrutturata seguendo la morfologia di un castello medievale, con l’estensione su più livelli e splendidi affreschi eseguiti da Pietro Gaddia. Completa l’immobile un vasto parco ricco di fiori e piante ad alto fusto.

Il Castello Doria, Liguria

Italy Sothebys International Realty
Italy Sothebys International Realty
Con una splendida vista sul mare, a Loano in provincia di Savona, il Castello è una storica proprietà risalente ai primi del XIII secolo come recinto fortificato. Con i primi Doria assunse la funzione di residenza dei feudatari fino a prendere nel XVI-XVII secolo la forma attuale di palazzo rinascimentale. Venduto ai Fieschi nel 1505 e riconsegnato ad Andrea Doria dall’imperatore Carlo V nel 1547, venne gestito dall’illustre famiglia fino al 1736, anno in cui divenne parte del Regno di Sardegna. Ai piedi del castello, ristrutturato e suddiviso in 15 suites, si trova uno splendido borgo medievale con una lunga scalinata che porta alla proprietà.

Torre di Guardia, Umbria

Italy Sothebys International Realty
Italy Sothebys International Realty
A Morrano Vecchio, in provincia di Orvieto, la proprietà domina tutta la vallata godendo a 360 gradi del panorama circostante, con una piscina a sfioro riscaldata la cui vista giunge fino al Duomo di Orvieto. Risalente al XV secolo, l’antica Torre di Guardia è stata successivamente modificata e ampliata nel rispetto del patrimonio storico e della tradizione architettonica.

La dimora è composta da tre unità indipendenti, con 7 camere da letto e 6 bagni, e ospita al suo interno una tomba di origine etrusca, oggi utilizzata come cantina per il vino. Completano l’immobile un uliveto, un vigneto, un frutteto, un campo di tartufo e un orto, il tutto coltivato e curato biologicamente, e un pozzo che fornisce acqua di alta qualità.