Notizie su mercato immobiliare ed economia

Gli elementi che potrebbero assicurare un salto di qualità per il settore immobiliare

Prospettive presenti e future del settore immobiliare

Autore: Giovanni De Faveri (collaboratore di idealista news)

A margine di Re evolution, l'evento organizzato a Mestre da Fimaa- Confcommercio, idealista/news ha intervistato Luca Dondi, amministratore delegato di Nomisma, che ha parlato dell'attuale situazione del mercato e delle prospettive future.

"Nonostante il contesto economico meno favorevole rispetto agli ultimi anni, il mercato immobiliare sta ulteriormente migliorando. Questa capacità di restistenza del mercato è sorprendente, ma viene messa a dura prova dalla crescita in termini di PIL meno contenuta rispetto alle aspettive di un settore che si alimenta delle capacità reddituali attuale e prospettica delle famiglie".

Il miglioramento è rappresentato da una crescita delle compravendite ancora significativa, anche se con tassi che via via si stanno riducendo e con prezzi a posizione di invariaza o addirittura in terreno positivo nelle principali città. È un elemento che reconforta e alimenta la domanda, soprattutto la domanda di investimento che è quella componente che potrebbe consentire un salto di qualità rispetto alle dinamiche degli ultimi tempi e che potrebbe innescare una dinamica inflattiva più consistente rispetto a quella che registriamo".

"In caso contrario il settore immobiliare è destinato a stazionare sui livelli che ha raggiunto in questi ultimi tempi, con una prospettiva di crescita dei prezzi tutto sommata modesta e allineata con quella generale, con tassi che difficilmente cederanno dall'1%."

"E' chiaro che sono un elemento positivo per un settore che viene da 10 anni di recessione, ma non sono sufficientemente interessanti per una componente di investimento e soprattutto per recuperare una parte delle posizioni perse durante la lunga fase recessiva che questo settore ha dovuto attraversare".