Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ville di lusso nel mirino dei super ricchi stranieri grazie alla flat tax

Sicilia, Toscana e Venezia tra le mete preferite grazie al "regime forfettario" dei miliardari

case di lusso in Italia
Stranieri ricchi in Italia grazie alla flat tax / Gtres
Autore: Redazione

Non tutti sanno che anche in Italia esiste un regime fiscale agevolato per i super ricchi e che questa “flat tax” ha risvolti interessanti per le residenze italiane.

La flat tax per stranieri residenti in italia

Per attrarre in Italia nuovi residenti possibilmente notevoli dal punto di vista del capitale umano e pecuniario (detti HNWI, High Net Worth Individuals), nel nostro Paese dal 2017 è presente un regime fiscale agevolato per i neo residenti di provenienza straniera, compresa esenzione fiscale sulle successioni e donazioni di proprietà situate oltre il confine italiano. Anche sulle pensioni percepite dall’estero l’Italia ha creato una imposta sostitutiva.

Il nuovo residente super ricco, a prescindere dal suo reddito, può scegliere quindi di pagare una imposta forfettaria annuale di 100 mila euro, con ulteriori 25 mila euro in più per ogni membro della famiglia che decida di optare per tale regime. Il quale ha durata di 15 anni al massimo ed è revocabile.

A partire dal 1 gennaio 2020 inoltre chi trasferisce in Italia la propria residenza fiscale avrà una esenzione del 70% sui redditi da lavoro (dipendente o autonomo) e sui redditi di impresa percepiti in Italia. Esenzione che sale al 90% in caso la residenza si sposti al sud (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna). I pensionati che si trasferiscono dall’estero al sud possono invece godere di una imposta sostitutiva del 7% sui redditi di origine estera.

Stranieri ricchi in Italia, quali residenze scelgono

Tale regime, come detto, inizia secondo Italy Sotheby’s International Realty ad ingolosire qualche magnate che ha sempre sognato una residenza nel nostro Paese. In particolare, come riporta Il Sole 24 Ore, l’interesse si sta focalizzando sulle ville ad accesso diretto sul lago di Como, sugli appartamenti di pregio a Venezia e sulle antiche residenze storiche in Sicilia, in particolare castelli e masserie. Anche la Toscana, storicamente interessante per la clientela anglosassone, la fa da padrona. Ma naturalmente tale clientela si orienta anche sulle classiche Milano e Roma.

Cosa cerca la clientela ultra-altospendente proveniente dall’estero? Secondo Sotheby, soprattutto ville e residenze importanti da oltre 10 milioni di euro. Il che spinge i proprietari che le possiedono da tempo senza riuscire a monetizzarle ad investire sulla loro ristrutturazione, anche approfittando degli sgravi fiscali previsti, per spuntare prezzi anche migliori eliminando per l’acquirente il pensiero della ristrutturazione.

L’acquisto inoltre spesso segue un periodo di “rodaggio” costituito dall’utilizzo in affitto della residenza, che poi viene acquistata in caso conquisti il cuore (e il portafoglio) del conduttore.

Non si tratta chiaramente di un mercato di massa, per ovvie ragioni. Ma francesi e anglosassoni, in particolare americani, stanno iniziando a guardare al nostro Paese con un certo interesse, per assicurarsi una residenza da utilizzare personalmente o da trasformare in hotel o comunque da mettere a reddito.