Notizie su mercato immobiliare ed economia

Le case del post covid, come cambieranno le abitazioni del futuro

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

La pandemia, e soprattutto il periodo di lockdown, ha segnato un prima e un dopo nella percezione degli spazi domestici. Le necessità e le priorità abitative hanno cambiato inevitabilmente paradigmi e chi era alle prese con la ricerca di casa è probabile che abbia virato su proprietà più spaziose e magari con balconi e terrazze. Ma, in futuro, saranno tante le novità che ci aspettano.

Sempre più centrale sarà la questione degli spazi, non solo quelli all’aperto o con un affaccio o una vista panoramica. Ma anche per garantire la giusta e necessaria quota di “verde” e per poter garantire le giuste distanze e l’utilizzo di dispositivi sanificanti. Tutto sempre con un occhio alla sostenibilità, anche per questo le case saranno sempre più smart e hi tech.

Non è un segreto che, in casa, la maggior concentrazione di batteri si possa posare sulle varie maniglie, interruttori, rubinetti e prese elettriche. Per questo, la sfida del futuro sarà ridurre al minimo i contatti diretti con oggetti e dispositivi e già sono disponibili sistemi tochless o a sfioro per azionare ad esempio luci o impianti di condizionamento in casa. Addirittura esiste una tecnologia per programmare tramite domotica con ologrammi in 3D.

Ma, come si diceva, uno spazio sempre più centrale sarà riservato al “verde”, non solo per estetica ma anche per gli effetti benefici che apportano le piante, in grado di che assorbono tutta l'elettrostaticità emessa da pc, tv, videogiochi, impianti elettrici ed elettronici e che distruggono il monossido di carbonio,, la formaldeide, il benzene, i batteri, le polveri, gli allergeni.

Mentre la cura dei sistemi di filtraggio e dei condizionatori e dei sistemi di areazione deve essere puntuale e minuziosa, soprattutto per chi vive nelle grandi città, dove l’inquinamento è maggiore. Ma la necessità di sanificare interviene anche nel mondo della decorazione, visto che esistono già tappeti in grado di rilasciare trattamenti antibatterici sulle scarpe, oltre ai pavimenti sanificanti già presenti in molti ospedali. Anche le lavatrici saranno in grado di igienizzare, oltre che pulire e profumare i vestiti.