Notizie su mercato immobiliare ed economia

House flipping, ovvero come vendere subito una casa “poco commerciale”

Autore: Redazione

Come trasformare un appartamento da poco appetibile a super interessante? Con la tecnica dell’house flipping, ovvero l’arte di sottolineare le potenzialità di case poco commerciali (a causa del luogo in cui si trovano, magari decaduto, o di altre circostanze) sottolineandone il margine di rendimento possibile. Vediamo di che si tratta.

Che cos’è l’house flipping?

Per comprendere il concetto di house flipping occorre ricercare l’origine del termine nel mercato statunitense. Si tratta in sintesi di una procedura di acquisto a basso prezzo, ristrutturazione e vendita a prezzo superiore, ma inferiore alla media di mercato, di immobili grazie al valore aggiunto garantito da una agevolazione fiscale. Nel corso del 2017 negli Stati Uniti si sono verificate più di 207.000 operazioni di questo tipo.

Il 21 maggio, per fare un esempio, la piattaforma di crowdfunding di investimento Fellow Funders ha aperto l’investimento in un piccolo complesso residenziale in via Lérida nell'area Cuzco-Castillejos di Madrid, in collaborazione con la società di ristrutturazione completa Re-Aviva. L’annuncio sottolineava una redditività del 17% in 10 mesi: risultato, nelle prime 24 ore era stato coperto il 23% degli 840.000 euro dell'operazione.

Un altro esempio da parte di Viflip, una società sempre madrilena specializzata nel valorizzare appartamenti con qualche handicap commerciale legato allo stato manutentivo o a problemi legali che rendono difficile la sua monetizzazione. Al momento Viflip ha realizzato dieci vendite con prezzo medio tra 300 e 700 mila euro, con altre sette transazioni in pipeline proponendo in vendita appartamenti ad un prezzo di mercato inferiore del 15-30% rispetto alla media per garantire un vantaggio economico

Quali caratteristiche deve avere l’house flipping?

Oltre al prezzo, che deve garantire un margine di beneficio, perché l’investimento sia appetibile secondo Re-Aviva occorre che gli appartamenti abbiano anche peculiarità che li rendano potenzialmente interessanti: grandi almeno 46-60 metri quadri, con un prezzo che non superi i 250 mila euro in zone prime e 200 mila nelle altre zone, e con caratteristiche attraenti per design o per struttura, come soffitti alti, molta luce, giardini.

A chi conviene l’house flipping?

A chi conviene acquistare con l’house flipping? Molte delle case vendute in questo modo vengono acquistate da investitori per affitto regolare o per le vacanze. Gli investitori sono attratti dal margine di redditività garantito dai prezzi inferiori al mercato, e dalla possibilità di realizzare un investimento che protegge dagli alti e bassi del mercato (anticiclico). Inoltre tale offerta di immobili va a coprire la scarsità di offerta di immobili di questo tipo che si riscontra in diversi centri urbani, con la possibilità di convertire anche locali commerciali ad uso abitativo.