Notizie su mercato immobiliare ed economia

Tutti i vantaggi di avere una casa domotica

Autore: houzz (collaboratore di idealista news)

In Italia il trend di crescita degli impianti domotici supera il 20% all’anno. I dati (gli ultimi pubblicati da Smart Hut, gruppo sulla domotica promosso da Assodel) dichiarano che il settore è in aumento e che sta già conquistando la cucina. La chiamano domotica energetica e rappresenta la possibilità di gestire e monitorare gli elettrodomestici: sta crescendo la richiesta di apparecchi, a partire dai frigoriferi, attivabili a distanza. Se questa è l’ultima frontiera, tanti sono i risultati già raggiunti.

Con la domotica è possibile realizzare soluzioni abitative che uniscono comfort e risparmio energetico, permettendo il controllo da remoto di impianti di sicurezza, luci e temperatura, sensori di movimento e rilevamento, e non solo. Interventi che rappresentano un vantaggio per gli inquilini e i proprietari di case perché possono migliorare anche la classificazione energetica di un edificio, aumentandone il suo valore economico. E per chi desidera investire in questi impianti, c’è una buona notizia: l’Ecobonus (per effetto della legge di Stabilità 2016) è stato esteso anche alle spese domotiche.

Progetti di Domotica

Come funziona un impianto domotico? L’installazione di un impianto di questo tipo, fino a poco tempo fa, richiedeva lavori di muratura e, quindi, anche costi più alti. Oggi, invece, è nata quella che è chiamata domotica wireless che permette alle diverse tecnologie di comunicare via rete. Un impianto domotico può avere diversi livelli di complessità, a seconda del numero e della tipologia dei dispositivi da controllare; viene impostata una centralina che, anche da remoto, permette di monitorare, gestire e verificare i livelli di sicurezza e i consumi. Quali sono i vantaggi di un impianto domotico? Scopriamoli in questo Ideabook!

Skyline

Gestire l’illuminazione Un impianto domotico ti permette di gestire l’impianto luce della tua abitazione. Un’interfaccia di controllo consente di impostare e mantenere un preciso livello di illuminazione in tutte le stanze in base alla loro funzionalità. Per esempio se in un ambiente l’illuminazione naturale non è sufficiente, in automatico si accenderà la luce artificiale. Con un sistema automatizzato, è possibile regolare accensione e spegnimento delle luci anche in funzione della presenza di persone nei diversi ambienti. Questa gestione consente un risparmio energetico che, nei corridoio e nelle zone di passaggio, potrebbe arrivare anche al 75%.

The Number 6

Sei affascinato dai giochi di luce? Per crearli è necessario installare sorgenti a Led multicolor Rgb. Il sistema domotico ti permette di impostare gli scenari che più ami e di regolarli con facilità dall’interfaccia di controllo della tua casa o via cellulare. Il sistema domotico ti consente di programmare anche le luci esterne. Per esempio potresti illuminare il vialetto che porta all’ingresso impostando un’accensione al passaggio al calar del buio.

West Dry Creek Residence

2. Automatizzare tende e finestre Puoi automatizzare l’apertura e la chiusura di tende e persiane così da gestire il livello di oscuramento di tutte le stanze. Sono necessarie tapparelle o soluzioni motorizzate che possono aprirsi o chiudersi sia come porte a battente sia scorrendo da destra a sinistra e viceversa. Anche le tende, per essere automatizzate, richiedono l’applicazione di motori; se hai le veneziane puoi regolare persino l’orientamento delle lamelle per modulare la luce solare. Questi sistemi possono essere impostati in modo da attivarsi automaticamente oppure essere gestiti tramite tasti posizionati sulla parete o con un telecomando. I sistemi più innovativi possono essere dotati anche di un dispositivo ad incasso con due pulsanti frontali di attivazione integrati con lucine a Led che ne segnalano il funzionamento.

Karuna Passive House

Può essere automatizzata anche l’apertura e la chiusura delle finestre. Utile per esempio per programmare persino il cambio d’aria nelle stanze. L’apertura e la chiusura automatizzata delle finestre, però, è più complessa di quella delle porte (più semplice, ma richiede sempre l’applicazione di motori) poiché le finestre sono dotate anche di un meccanismo che assicura l’impermeabilizzazione in caso di pioggia, vento o neve. Non esistono ancora moltissimi modelli sul mercato che assicurano l’automatizzazione totale del serramento, ma vi è la possibilità di impostare (tramite il montaggio di motori) l’apertura a ribalta dell’anta. 3. Rendere più sicura la casa Il sistema domotico garantisce maggiore protezione per la tua casa. Telecamere, sensoristica, tecnologie antintrusione possono essere gestite e controllate dalla centralina del tuo appartamento così come da remoto, grazie a un’applicazione per smartphone. Per esempio è possibile installare un sensore capace di rilevare eventuali presenze così come l’apertura o la chiusura improvvisa di porte e finestre. Nel caso in cui il sistema rilevasse movimenti nell’abitazione, ti invierebbe notifiche sul tuo cellulare. Sempre dal telefono, una volte installate telecamere e sistemi di controllo, hai la possibilità di vedere in diretta quello che sta accadendo nella tua abitazione. 4. Regolare la temperatura Puoi riscaldare dove e quando serve, risparmiando fino al 30%. Grazie alla domotica, scegli la temperatura di ciascuna stanza a seconda della posizione e della funzionalità, arrivando persino ad escludere gli ambienti che non vuoi riscaldare poiché, per esempio, non li utilizzi. Un buon sistema è addirittura in grado di tener conto dell’esposizione al sole e dell’eventuale apertura di finestre. 5. Visualizzare i consumi La domotica ti permette di visualizzare i consumi della tua abitazione. Diversi studi dimostrano che questo atteggiamento aiuta gli utenti a modificare le proprie abitudini, arrivando a risparmiare un 10-15% sulle spese. Il sistema, infatti, permette di ricevere sul cellulare o sul computer grafici e tabelle che riassumono tutti i consumi fino ad avere anche una valutazione della spesa economica complessiva.

Built-in Refrigeration

6. Gestire i carichi di energia Visualizzati i consumi, è possibile ottimizzare il funzionamento di tutti gli elettrodomestici. In questo modo non solo puoi risparmiare, ma hai la possibilità anche di monitorare la potenza assorbita scollegandoli in caso di sovraccarico in modo da evitare i black out. E in futuro sempre più elettrodomestici, a partire dall’ambiente cucina, verranno gestiti da remoto (l’approccio smart in cucina è l’ambito nel quale sono impegnate molte aziende del settore).

Edificio residenziale in classe energetica A, Castelcucco (TV)

7. Collegare audio e video in più stanze Il sistema di ultima generazione si chiama audio-video multiroom e sostituisce il più tradizionale sistema di filodiffusione. Integrandolo con la domotica, puoi gestire tutto da un’unica interfaccia. Questa soluzione ti permette di diffondere in tutti gli ambienti della casa immagini e suoni provenienti dall’impianto principale o da un’apparecchiatura presente in un punto dell’abitazione. A differenza della filodiffusione, però, in ogni stanza puoi selezionare una traccia audio, un DVD o una stazione radio differente. Per esempio, puoi impostare in ogni camera la sveglia, una diversa canzone e far alzare le tapparelle in base a tempi e abitudini di ciascuno.