Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come progettare una casa dall'andamento curvilineo

Autore: GoPillar (collaboratore di idealista news)

Spesso ci ritroviamo a dover arredare case con andamenti particolari o suddivisioni difficili da organizzare. Questo è il caso di un cliente di CoContest, la prima piattaforma 2.0 di crowdsourcing per l'Architettura e l'Interior Design.

La richiesta di quest’ultimo, infatti, era di riorganizzare totalmente la sua casa dall’andamento leggermente curvilineo in modo da poter ricavare tre camere e due bagni e rivedere totalmente gli impianti e l’arredamento.  

Il progetto di Michele Giuseppe Onali è quello che più si avvicina ai gusti del cliente. Questo propone una totale redistribuzione degli spazi, rispettando i vincoli imposti. L’ingresso dell’appartamento dà accesso alla zona giorno che comprende lo studio, la cucina e il soggiorno.

Lo studio è separato dal soggiorno tramite vetrata ed è stato progettato per diventare eventualmente una stanza per gli ospiti. La cucina comprende la sala da pranzo e sia per suddividere gli spazi dal soggiorno sia per questione di odori è stata posta una vetrata scorrevole a pacchetto semitrasparente. 

Grazie a questa soluzione, si ha uno spazio che all’evenienza diventa open space quindi, di maggiore spazio quando si hanno ospiti, nel frattempo la finitura semitrasparente permette di oscurare la cucina e mantenere gli spazi separati. La zona pranzo è posta di fianco alla finestra per massimizzare l’uso della luce, inoltre, la cucina ha anche un’isola utilizzabile per pasti veloci.

L’area notte è divisa dall’area giorno da uno spazio/ zona filtro dal quale si accede al bagno, antibagno e alle camere. La stanza matrimoniale ha una cabina armadio e bagno privato. Il look moderno e minimalista ha come protagonista il bianco, con elementi di arredo neri in contrasto e arredata con elementi dai colori sgargianti, ad esempio quadri in stile pop art.

Secondo progetto interessante è quello di O.L2 STUDIO , Il progetto s’ispira alla netta distinzione fra zona giorno e notte della suddivisione originaria, rimodulando le superfici e ottimizzando lo spazio.

L’ingresso dà accesso a un’area giorno che include cucina salone e studiolo.  Il salone include anche una sala da pranzo distinta visivamente dalla pavimentazione differente. Le stanze sono suddivise da pannelli trasparenti.

Nella zona notte trovano posto: la camera degli ospiti, la camera dei bambini e il bagno con annesso ripostiglio-lavanderia e, infine, la camera padronale. Quest’ultima è pensata come una confortevole suite e ha due cabine armadio e un comodo bagno a vista.

L’arredo, anche in questo progetto, è moderno e minimal con colori freddi nelle tonalità del grigio e arredi in bianco. Per i pavimenti è stato utilizzato il parquet laminato in rovere chiaro, contrapposto a marmo bianco di Carrara in bagno e nella sala da pranzo, in modo da suddividere gli spazi visivamente.

Ultimo progetto degno di nota è di Annie Yakimova. Dall’ingresso si accede a un corridoio che prosegue per tutta la lunghezza dell’appartamento, dando accesso singolarmente a ogni ambiente. Dall’ingresso incontriamo un salone e un’ampia cucina con sala da pranzo. In seguito, proseguendo, è presente un ripostiglio, una stanza doppia e un bagno, una camera singola e, infine, la stanza matrimoniale con bagno en suite.

L’arredo utilizzato mixa elementi dai colori chiari come beige, bianco e legno chiaro, a colori sgargianti. Sono inseriti sulle pareti quadri in stile pop art come alcune riproduzioni di Andy Warhol in cucina o in corridoio e altri elementi vintage come il frigo della Coca Cola anni '70. Il pavimento proposto è parquet chiaro in tutta casa, con differenze di tonalità in alcune stanze, nei bagni invece si ha il porcellanato gres grigio.