Notizie su mercato immobiliare ed economia

10 modifiche da fare al proprio ufficio domestico per sopravvivere al ritorno al lavoro

ThoroughlyReviewed
ThoroughlyReviewed
Autore: Hoja De Router (collaboratore di idealista news)

Sicuramente, come ogni anno, il ritorno alla routine lavorativa non è facile. Ma non bisogna scoraggiarsi. Se si lavora da casa per un po' di tempo, c'è la possibilità di creare o trasformare il proprio spazio di lavoro per essere più motivati e concentrati nei prossimi mesi. Ecco alcuni suggerimenti per avere l'ufficio perfetto nella propria abitazione.

Approfitta al massimo della luce naturale…

Secondo uno studio dell’American Academy of Sleep Medicine, i dipendenti che svolgono la propria attività in luoghi con finestre hanno meno disturbi del sonno e disfunzione diurna. In totale, ricevono un 173% in più di luce bianca durante le ore di lavoro e questo li aiuta a dormire in media 46 minuti in più per notte.

Pertanto, è consigliabile che la stanza in cui si lavora abbia un’ampia finestra e che si posizioni la scrivania in base al movimento del sole per sfruttare al massimo la luce naturale.

Foto: ThoroughlyReviewed
Foto: ThoroughlyReviewed

…e cura la luce artificiale

Per evitare ombre fastidiose, è possibile posizionare le lampadine parallele alle finestre della stanza, cercando l’equilibrio tra luce naturale e artificiale. Inoltre, l’aspetto cromatico dell’illuminazione può migliorare la sensazione di comfort. Per questo motivo, le lampadine che riproducono la luce naturale e hanno un colore caldo o neutro possono essere una buona scelta. Ovviamente, è importante anche il risparmio. Pertanto, è possibile optare per lampadine Led che consumano meno energia e hanno una vita più lunga.

Foto: Pixabay
Foto: Pixabay

Piante per purificare l’aria

I lavoratori sono più produttivi e creativi del 15% quando negli uffici vengono collocate piante da interno. A dirlo uno studio dell’Università di Exeter. Le piante forniscono ossigeno all’ambiente, riducono l’accumulo di polvere e contribuiscono ad attutire il rumore. Se lo spazio è limitato, vanno bene anche piccole piante da scrivania.

Foto: Pexels
Foto: Pexels

Un colore che ispira

Uno studio dell’Università del Texas ha scoperto che gli uffici colorati in grigio, beige e bianco causano tristezza nei lavoratori che li occupano. E’ bene dunque optare per altre tonalità. I colori rosso e giallo sono caldi e creano sensazioni stimolanti. Ben combinati possono generare sensazioni positive. Ma attenzione, se non si raggiunge il giusto mix, possono generare effetti psicologici negativi. E’ importante, poi, anche l’intensità. Secondo Angela Wright, una psicologa specializzata nello studio del colore, un tono forte e luminoso stimola e un colore con una bassa saturazione rilassa. Quindi, a seconda dell'attività che si svolge, si può optare per alcune tonalità o altre.

Foto: Instagram | CrookedCalligraphy
Foto: Instagram | CrookedCalligraphy

Una sedia che permette una postura corretta

La sedia, il tavolo e il computer sono gli elementi essenziali di un ufficio. Con una disposizione appropriata si evitano futuri dolori alla schiena. La sedia deve essere vicino al tavolo e non deve essere troppo alta, in modo che le ginocchia siano ben allineate con il piano orizzontale e i piedi non penzolino. La sedia deve avere uno schienale dritto.

Per quanto riguarda lo schermo del computer, l’ideale è collocarlo a 45-60 centimetri di distanza. Inoltre, la parte superiore deve essere situata all’altezza degli occhi in modo da non avere problemi nella zona cervicale. L’ideale è scegliere una sedia ergonomica, che si può adattare in base alla propria altezza e alla scrivania.

Foto: Instagram | Stilrausch_wedding_sandra
Foto: Instagram | Stilrausch_wedding_sandra

Una temperatura adeguata

La temperatura dei locali in cui si eseguono lavori sedentari o simili deve oscillare tra i 17 e i 27º C. E’ bene, dunque, regolare l’aria condizionata o il riscaldamento per evitare che la temperatura influisca sulla produttività.

Foto: Pixabay
Foto: Pixabay

L’arredamento che incoraggia a lavorare

La motivazione dipende anche dall’arredamento dell’ufficio. Ci sono molti modi per rendere il proprio soggiorno un tempio di lavoro. Ad esempio, è possibile riempirlo di opere d’arte appendendo foto, immagini o citazioni che siano di ispirazione. E’ bene, però, non eccedere.

Foto: Instagram | Spazio_Casa_Interioare
Foto: Instagram | Spazio_Casa_Interioare

Non riempire la scrivania

La pulizia e l’ordine aiutano a lavorare meglio. E si può partire con la scrivania, conservando solo ciò che è necessario. Una volta terminato il lavoro è poi opportuno mettere in ordine. Può rivelarsi utile acquistare organizzatori o divisori per le cassettiere.

Foto: Pixabay
Foto: Pixabay

Musica per essere motivati

Anche se può sembrare contraddittorio, il silenzio può essere scoraggiante. Un lieve suono di fondo che mascheri altri rumori o della musica possono aiutare nella concentrazione. Uno studio dell’Università di Birmingham ha scoperto che la musica può aumentare la produttività in attività che richiedono maggiori capacità intellettuali.

Foto: Pixabay
Foto: Pixabay

Prepararsi per andare in ufficio

Seguire tutti questi suggerimenti per fare uno studio nella propria casa non è l’unica cosa da fare. Bisogna prendersi cura anche di se stessi, quindi non lavorare in pigiama, e darsi un programma, con tanto di orario.

Foto: Pixabay
Foto: Pixabay