Notizie su mercato immobiliare ed economia

Quali materiali scegliere per ristrutturare cucina e bagno

Autore: Habitissimo (collaboratore di idealista news)

Una delle decisioni più importanti quando si tratta di ristrutturare una cucina e un bagno, è la scelta dei materiali. In molte occasioni, ci si innamora di materiali che sono complicati da mantenere a causa della loro consistenza o perché più delicati.

Altre volte, si propende per la praticità scegliendo materiali che sono "adatti" per i bambini, mascherano le macchie e sono facili da pulire. Ceramiche, piastrelle, laminati senza giunture sono alcuni dei materiali raccomandati per il bagno e la cucina. Gli esperti di Habitissimo spiegano qui il perché.

Mobili in laminato

I laminati sono molto di moda, non solo perché sono molto resistenti ma anche perché la loro manutenzione è molto semplice. In linea di principio, il massimo che è necessario prendere in considerazione è di non utilizzare alcun prodotto abrasivo per evitare di graffiarlo. Da lì, acqua e sapone e un panno umido bastano per rimuovere lo sporco. Se si vuole che la manutenzione sia ancora più semplice, l’ideale è optare per quelli opachi, poiché in questi lo sporco è ancora meno evidente.

Cucina
Luminosa e pratica / Ventanas Almería

Pavimenti in porcellana

Per i pavimenti, ci sono molte opzioni, ma le piastrelle in gres porcellanato sono un’ottima soluzione. Se si sceglie un colore medio che imita il legno lo sporco e le macchie saranno molto dissimulate. Altro vantaggio di questo materiale è che è molto facile da pulire: acqua e sapone sono sufficienti.

Bagno
Colori chiari / Eguea y Seta

Piastrelle di grandi dimensioni

Più grande è la dimensione della piastrella e con meno giunture, più facile sarà mantenerla. Quando in un bagno si scelgono piastrelle di diversi motivi o motivi, si noterà che lo sporco è visto di più in quelle che sono lisce e bianche. Inoltre, quando le piastrelle sono molto piccole, ci sono spesso molte articolazioni ed è lì che si accumula la sporcizia. Quindi se non si vuole pulire troppo, meglio optare per piastrelle di grandi dimensioni con poche giunture.

Bagno
Stile moderno / Jose Tenorio Obra y Servicios

Silestone per il piano di lavoro in cucina

La scelta del materiale per il piano di lavoro in cucina genera spesso un dibattito tra le coppie che stanno considerando di rinnovare la cucina. Quale sarà meglio granito, marmo, legno, Silestone? Nessuno di questi materiali richiede una manutenzione eccessiva, ad eccezione del legno, che per le sue qualità è un po' più delicato.

Cucina
Soluzione con isola / Sincro

Una buona scelta è il piano di lavoro Silestone: oltre ad essere un materiale molto resistente e duraturo, la sua manutenzione è relativamente semplice: basta fare attenzione a rimuovere il grasso in modo che le macchie non penetrino. Ma oltre questo semplice consiglio, acqua e sapone. Nessun prodotto chimico o abrasivo.