Notizie su mercato immobiliare ed economia

L'efficienza energetica in Italia sta migliorando. Ma i fondi europei vanno sprecati

Autore: Redazione

Questa volta il bicchiere è davvero mezzo pieno e mezzo vuoto. Se da un lato l'efficienza energetica in Italia sta migliorando (+17,1%) grazie soprattutto agli interventi nel settore residenziale e in quello terziario, dall'altro l'europa ci sgrida. I passi fatti non sono sufficienti ma soprattutto non usiamo come dovremmo i fondi europei messi a disposizione dell'Italia

Secondo il rapporto dell'enea, l'agenzia nazionale per l'efficienza energetica, nel 2011 le misure adottate in particolare dai proprietari di case, come l'installazione di caldaie a condensanzione e solar cooling, hanno fatto fare un grande passo avanti al risparmio. Allo stesso tempo nel settore terziario gli impianti ad alta efficienza e i materiali ad alta prestazione hanno contribuito al risultato positivo

Più indietro invece l'industria, mentre peggiora il settore trasporti, dato che con la crisi i vecchi veicoli tendono ad essere usati più a lungo, con prestazioni peggiori

I buoni risultati presentati dall'enea si scontrano però con un richiamo dell'unione europea. Secondo la corte dei conti comunitaria i 417 milioni erogati per il nostro paese per favorire il risparmio energetico sono stati impiegati in molti casi con altre finalità, nel migliore dei casi con un fine di miglioramente degli edifici in sè, ma senza mettere al centro l'efficienza energetica

Per gli interventi di riqualificazione energetica destinati a migliorare l'efficienza energetica degli edifici - anche in seguito alla necessità di dare attuazione alle direttive europee- l'azione del governo è stata, da una parte, quella di prolungare la detrazione irpef del 55% fino al 31 dicembre del 2012, e dall'altra, di adottare- fino al 30 giugno 2013 - una detrazione pari al 50% delle spese sostenute. In alcuni casi si è potuto utilizzare il 50% anche per interventi che non danno diritto al 55%, in altri casi i due incentivi si sono sovrapposti

Anche per la procedura di ottenimento del bonus, sono state approvate importanti novità