Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bonus energia e ristrutturazione condominio, le istruzioni delle Entrate per la precompilata 2017

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibili sul proprio sito internet i provvedimenti con le istruzioni per la trasmissione all’Anagrafe tributaria, da parte degli operatori di ciascun settore, delle spese relative all’anno di imposta 2016. Tra queste anche le spese per interventi di ristrutturazione o risparmio energetico sulle parti comuni del condominio.

I provvedimenti sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate nella sezione “Normativa e prassi”.

Gli operatori dovranno inviare i dati attraverso i servizi telematici dell’Agenzia, Entratel e Fisconline, anche tramite intermediario. Le comunicazioni dei dati dei contratti e premi assicurativi vanno, invece, effettuate utilizzando il Sistema di interscambio dati (Sid). Per le spese universitarie è disponibile online il modello di opposizione all’utilizzo dei dati per la dichiarazione dei redditi precompilata.

Il decreto Mef 1 dicembre 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.296 del 20 dicembre 2016, disciplina i termini e le modalità per la trasmissione all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi ai rimborsi delle spese universitarie e dei dati relativi alle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali, ai fini della elaborazione della dichiarazione precompilata 2017.

L’articolo 2 del decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 1° dicembre 2016 stabilisce che “ai fini della elaborazione della dichiarazione dei redditi da parte dell’Agenzia delle Entrate, a partire dai dati relativi al 2016, gli amministratori di condominio trasmettono in via telematica all’Agenzia delle Entrate, entro il 28 febbraio di ciascun anno, una comunicazione contenente i dati relativi alle spese sostenute nell’anno precedente dal condominio con riferimento agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali, nonché con riferimento all’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo delle parti comuni dell’immobile oggetto di ristrutturazione. Nella comunicazione devono essere indicate le quote di spesa imputate ai singoli condomini”.

L’art. 3 dispone che le modalità tecniche per la trasmissione telematica delle comunicazioni di cui agli articoli 1 e 2 del decreto sono stabilite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate.