Notizie su mercato immobiliare ed economia

Stranieri che cercano casa in Italia: il trend della domanda estera durante il covid

Autore: Redazione

Anche durante il covid gli stranieri cercano casa in Italia. Uno studio di idealista/data evidenzia come la pandemia abbia generato un calo generale di domanda interna ed estera, ma come quest’ultima abbia aumentato il proprio peso durante il periodo di maggiore emergenza.

Dall’analisi dei dati emerge infatti un generale rimescolamento dei luoghi di interesse da parte degli stranieri, che durante il periodo dal 2 marzo al 15 aprile si sono concentrati proprio sulla Lombardia, maggiormente colpita dalla pandemia, probabilmente con intento speculativo o comunque di investimento, in previsione di un possibile calo dei prezzi nella zona.

Investimenti stranieri in Italia nel 2020 

 “I dati analizzati dal Report della Domanda Internazionale, - commenta Giada Marino, responsabile idealista/data per l'Italia, - mettono in luce un leggero aumento del peso della domanda internazionale tra il periodo pre-COVID19 e quello caratterizzato dal COVID19. Questo dato è molto interessante per il mercato immobiliare italiano e riconferma l’interesse di investimento legato al mercato delle seconde case, da parte della domanda straniera. Abbiamo registrato un aumento della domanda internazionale, in particolare, in Sicilia, in Sardegna, in Puglia, in Calabria, in Toscana, nella realtà dei grandi laghi e nella realtà alpina”.

Cresce, infatti, la domanda straniera per alcune province della Sicilia, come Trapani e Siracusa, ricercate dalla domanda internazionale tedesca, francese, statunitense, britannica e belga. Cresce anche l’interesse per alcune province della Puglia, come Bari e Lecce, ricercate maggiormente dalla domanda internazionale tedesca, svizzera e britannica. Così come cresce l’interesse verso le province sarde di Sassari, Nuoro ed Oristano ricercate maggiormente dalla domanda internazionale tedesca, francese e svizzera. Viene riconfermato l’interesse anche verso le province di Perugia e Siena.

Immobili italiani e covid, l’interesse non scende

Anche nel nord Italia la domanda non diminuisce nonostante l’emergenza. “Nonostante il nord Italia sia stato colpito maggiormente dalla crisi sanitaria, - spiega Marino, - aumenta la domanda internazionale per le province che affacciano sul Lago di Como, Lago di Garda, Lago Maggiore e Lago d’Iseo; località ricercate dalla domanda statunitense, tedesca, russa, svizzera, britannica e francese. Mi sento dunque di affermare che non abbiamo notato sostanziali variazioni in negativo da parte della domanda internazionale nel periodo preCOVID19 e quello immediatamente successivo”.

Cosa aspettarsi allora dagli investimenti esteri? “ L’Italia viene confermata come meta turistica che attrae investitori per il segmento delle seconde case, - è il parere di Giada Marino, -  e probabilmente questo leggero aumento della domanda potrebbe trovare spiegazioni nelle difficoltà riscontrate dal settore turistico-alberghiero e dal sentimento diffuso che la pandemia possa portare ad un sostanziale abbassamento dei prezzi delle case. Per quanto riguarda quest’ultimo punto, stiamo monitorando settimanalmente l’andamento dei prezzi del mercato immobiliare italiano e, per il momento, non abbiamo notato sostanziali cambiamenti negli asking (+1% a livello nazionale rispetto ad un anno fa); bisognerà però controllare anche i valori del transato, probabilmente verrà registrata una maggiore elasticità tra asking e closing prices”.

PDF icon domanda_internazionale_news.pdf