Notizie su mercato immobiliare ed economia

Quando è possibile la detrazione delle spese di intermediazione immobiliare per il coniuge a carico

Cosa dice il Fisco
I chiarimenti del Fisco / Gtres
Autore: Redazione

Rispondendo al quesito di un contribuente, il Fisco ha chiarito se è possibile la detrazione delle spese di intermediazione immobiliare di un coniuge a carico. Vediamo quanto sottolineato.

Come ricordato da Fisco Oggi, innanzitutto, "l'art. 15 - comma 1 - lett. b-bis) del Tuir prevede la detrazione dall'Irpef delle somme pagate a soggetti di intermediazione immobiliare per l'acquisto dell'unità immobiliare da adibire ad abitazione principale. In particolare, è prevista una detrazione del 19% dei compensi comunque denominati, pagati per l'attività di intermediazione, per un importo non superiore a 1.000 euro per ciascuna annualità".

Nel dettaglio, è previsto che "dall'imposta lorda si detrae un importo pari al 19 per cento dei seguenti oneri sostenuti dal contribuente, se non deducibili nella determinazione dei singoli redditi che concorrono a formare il reddito complessivo:...dal 1 gennaio 2007 i compensi comunque denominati pagati a soggetti di intermediazione immobiliare in dipendenza dell'acquisto dell'unità immobiliare da adibire ad abitazione principale per un importo non superiore ad euro 1.000 per ciascuna annualità".

Fisco Oggi ha poi spiegato che "la detrazione spetta esclusivamente alla persona che acquista l'immobile (proprietario). Non può essere usufruita, invece, da chi sostiene le spese di intermediazione nell'interesse dei familiari fiscalmente a carico (circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 13/2019), anche se la fattura rilasciata dall'agenzia immobiliare è a lui intestata".

Nello specifico, per quanto riguarda i beneficiari della detrazione, la circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 13/2019 ha sottolineato: "Considerato l'esplicito riferimento della legge all'acquisto dell'abitazione principale, la detrazione spetta esclusivamente all'acquirente dell'immobile; il venditore, pertanto, non può beneficiare della detrazione in esame anche se ha corrisposto la relativa provvigione all'intermediario immobiliare (Circolare 4.04.2008 n. 34, risposta 13.1). La detrazione non spetta se le spese sono sostenute nell'interesse dei familiari fiscalmente a carico".