Notizie su mercato immobiliare ed economia

Condono, Mattarella firma il decreto fiscale: il testo definitivo

Sergio Mattarella
Il Presidente della Repubblica ha firmato il decreto fiscale / Gtres
Autore: Redazione

Continuano le modifiche al decreto fiscale firmato da Mattarella lo scorso 24 ottobre. Le novità principali riguardano la pace fiscale. L'ultimo consiglio dei ministri, infatti, ha cancellato la possibilità di presentare la dichiarazione integrativa speciale, che tradotto in pratica significa niente più condono.

Il resto dell'impianto della pace fiscale però non viene intaccato. Ci sarà la rottamazione in 5 anni del debito dovuto, il saldo e stralcio delle cartelle fino a 1000 euro e la possibilità di uscire da ogni grado di giudizio del processo tributario pagando una piccola percentuale commisurata alla vittoria nei vari gradi di giudizio.

Un'altra novità è quella che riguarda gli errori formali rilevati nelle dichiarazioni dei redditi, che potranno essere corretti con il versamento di 200 euro per ogni anno (per il periodo dal 2013 al 2017). Sempre in tema di evasione fiscale, il governo sblocca le banche dati che la Guardia di Finanza potrà consultare liberamente senza chiedere autorizzazione ai ministeri.

Cambiando argomento, buone notizie per il tanto discusso bonus bebè, per cui è stato aggiunto un emendamento. Le famiglie con Isee inferiore ai 7000 euro sono previsti 1920 euro all'anno e 960 per Isee compresi tra 7000 e 25000 (l'assegno aumenta del 20% per ogni figlio successivo al primo).

Viene rifinanziato anche il voucher baby sitting e il M5S ha proposto anche il tempo pieno alle elementari, il che richiederebbe ulteriori coperture per i circa 2000 insegnanti in più che servirebbero.

Nessuno, invece, si aspettava la tassa sulle bevande analcoliche con più 5 grammi di zucchero ogni 10 centilitri. È già stata ribattezzata “sugar tax” e nelle intenzioni i i ricavi che ne deriverebbero andrebbero destinati per finanziare l’esenzione dall’Irap per le partite Iva fino a 100mila euro.

Pronta una tassazione dell’1,5% anche sui money transfer, mentre le sigarette elettroniche saranno detassate. E una detassazione riguarderà anche metri quadrati di ombra degli ombrelloni presenti negli stabilimenti balneari.