Notizie su mercato immobiliare ed economia

3 Domande e (le risposte giuste) per fare buona impressione in un colloquio di lavoro

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Chi cerca lavoro oggi sarà interessato alle tre domande che ogni recruiter che si rispetti pone ai candidati (e alle risposte migliori per causare una buona impressione). 

Secondo studi di LinkedIn, Fortune e Glassdoor, Salesforce è ad oggi una delle aziende più ambite per cui lavorare. Ana Recio, responsabile del recruiting a livello mondiale, ha svelato quali sono le tre domande che pone in ogni colloquio per capire se i candidati siano in possesso non solo di competenze tecniche, ma anche se siano capaci di avere un impatto positivo sul mondo o semplicemente sui colleghi.

1) Quali sono i valori che ti motivano? E quando hai sentito di dover scendere a compromessi su questi valori in tempo professionale?

Lo scopo di questa domanda è capire, non solo quali sono i valori del candidato, ma anche fino a che punto la persona sia capace di tener fede ai propri valori anche nelle situazioni complicate.

2) Qual è l'obiettivo che vuoi raggiungere?

La risposta deve riguardare non solo gli obiettivi professionali, ma anche quegli professionali più ampi, come, ad esempio, avere un impatto sulla società in cui vive.

3) Qual è stato il tuo giorno migliore dal punto di vista professionale?

Secondo Recio, la maggior parte dei candidati a questa domanda cita l'aumento dato a un collaboratore o un obiettivo importante raggiunto dal tuo team di lavoro. Secondo Recio nonostante una risposta di questo tipo faccia pensare che il candidato sia un "team player", è importante anche una risposta che riguardi invece un'esperienza personale del candidato (come il giorno in cui ha ottenuto una promozione).