Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bonus tv e decoder, come funziona e a chi spetta l’incentivo

A partire dal 18 dicembre 2019 si potrà usufruire di un incentivo per l’acquisto di dispositivi di ultima generazione

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

La fine del 2019 porta con sé anche l’avvio del bonus tv e decoder. Si tratta di un incentivo per l’acquisto di nuovi dispositivi compatibili con il nuovo digitale terrestre.

Innanzitutto, va chiarito che a partire dal 2022 sarà inevitabile sostituire i vecchi tv e decoder con nuovi dispositivi in vista del cambio di tecnologia di trasmissione del segnale, che sarà irradiato in Dvb-T2. Per chi volesse risparmiare, è possibile tenere lo stesso televisore e cambiare il decoder per una soluzione decisamente low cost e acquistabile con il bonus.

Ma a chi spetta il bonus tv e decoder? La misura prevede che possano avvalersi dell’incentivo fiscale le famiglie con un reddito complessivo (Isee) fino a 20.000 euro. Per questo è necessaria una autocertificazione, tanto che sarà possibile scaricare direttamente dal sito del ministero dello Sviluppo un modulo, tramite il quale si certifica di rientrare nella categoria di reddito prevista per erogare i contributi.

Il bonus tv e decoder, però, può arrivare al massimo a 50 euro, decisamente poco per un televisore di nuova generazione ma abbastanza per un decoder in grado di ricevere il nuovo segnale Dvb-T2. Ulteriore opzione è il satellite gratuito, comprando il decoder TivùSat, che costa almeno 120 euro (acquistabile con il bonus tv e decoder). Sarà possibile richiedere l’incentivo fiscale dal 18 dicembre 2019 fino al dicembre 2022.

Etichette
IncentiviIsee