Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bonus baby sitter e congedo parentale sono compatibili?

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Doccia fredda per i genitori che si chiedono se il bonus baby sitter e il congedo parentale per covid 19 siano compatibili. I due bonus previsti dal decreto rilancio non solamente non lo sono, ma non è nemmeno possibile sceglierne uno, se nel mese precedente si è optato per l'altro. A chiarirlo è stato il ministro del Lavoro in risposta a un'interrogazione parlamentare.

Se un genitore ha richiesto in marzo o aprile il congedo parentale per il covid di 15 giorni per stare a casa con i figli (con busta paga dimezzata) potrà richiedere in giugno solo altri 15 giorni, ma non il bonus babysitter, e viceversa. Resta fermo il punto che nel caso in cui un genitore non abbia richiesto nessuno dei due bonus in pecedenza, possa farlo adesso con formula piena: 30 giorni di congedo parentale per il covid o 1200 euro di bonus baby sitter da spendere anche per un centro estivo

Domanda per il bonus baby sitter all'Inps

Chi ha cercato di fare la domanda per il bonus baby sitter sul sito dell'Inps si è trovato davanti una pagina web non aggiornata, dove è possibile fare domanda solo per il bonus baby sitter di 600 euro previsto dal decreto Cura Italia. L'ufficio stampa dell'Inps ha infatti fatto sapere che per fare richiesta per il bonus baby sitter bisognerà aspettare fino alla prima settimana di giugno.

Il decreto rilancio ha raddoppiato la somma prevista per il bonus baby sitter che adesso ascende a 1200 euro, ma solo per chi non ne è ha già usufruito in passato. Tra i requisiti per il bonus baby sitter 2020 l'esistenza di un figlio minore di 12 anni e che non vi sia nel nucleo familiare un altro genitore che sia beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell'attività lavorativa.