Notizie su mercato immobiliare ed economia

I casi in cui è previsto un taglio al reddito di cittadinanza

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

L’Inps, recependo il decreto attuativo che regola il taglio dell’importo del reddito di cittadinanza, ha fornito chiarimenti circa i casi e le modalità in cui può avvenire il taglio dell’assegno.

Da luglio, infatti, partiranno i controlli per verificare se, ogni mese, viene speso dal percettore l’intero ammontare della cifra versata sulla carta del reddito di cittadinanza. A partire da luglio Poste Italiane comunicherà all’Inps le informazioni della RdC Card per permettere il calcolo e l’applicazione dell’eventuale taglio.

I primi tagli per le mensilità del reddito di cittadinanza, quindi, arriveranno dal mese di settembre, mentre quelli semestrali da febbraio 2021. Nello specifico, la quota di reddito di cittadinanza mensile non spesa o non prelevata verrà detratta nella mensilità successiva. Tuttavia, nel calcolo del taglio al reddito di cittadinanza non rientrano gli arretrati e gli importi erogati in periodi successivi a quello di competenza.

Operativamente, il controllo avviene confrontando il saldo sulla card del reddito di cittadinanza all’ultimo giorno del mese con il totale della somma spettante mensilmente. Se il saldo è superiore, la differenza che rimane sulla card viene sottratta dal sussidio del mese successivo oppure, se non capiente, dalla disponibilità della carta fino a capienza.

Ma, tuttavia, sono previste due eccezioni. Innanzitutto, il limite massimo dell’importo sottratto non può superare il 20% del beneficio mensile erogato e non speso. Inoltre, la decurtazione non scatta se l’importo è inferiore al 20% del beneficio minimo, pari a 8 euro.

È prevista, poi, anche una decurtazione semestrale, che si applica per la prima volta il 31 gennaio 2021. Per il calcolo del taglio al reddito di cittadinanza semestrale si considera il saldo del semestre, del valore del beneficio mensile erogato nell’ultimo mese del semestre e dell’eventuale importo da sottrarre ai sensi della decurtazione mensile.