Notizie su mercato immobiliare ed economia

Rinvio per la lotteria degli scontrini, perché la partenza slitta di un mese

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il decreto Milleproroghe ha stabilito il rinvio di un mese per la partenza della lotteria degli scontrini. La decisione è stata presa per permettere agli esercenti di adeguare i loro registratori telematici.

La data di partenza ufficiale per la lotteria degli scontrini, dopo il rinvio, sarà quindi il 1° febbraio. Il decreto Milleproroghe stabilisce che anche che i negoziante che si rifiutano di acquisire il codice lotteria per un acquisto possono essere segnalati dai consumatori, a partire dal 1° marzo, direttamente sul portale Lotteria. Tali segnalazioni verranno utilizzate dall'Agenzia delle Entrate e dalla Guardia di finanza per analisi del rischio di evasione.

Tuttavia, è possibile registrarsi sempre sullo stesso portale (già dal 1° dicembre) per generare il “codice lotteria” (alfanumerico e a barre, abbinato al codice fiscale) da mostrare in cassa prima dell’emissione dello scontrino. Per partecipare alla lotteria degli scontrini è necessario utilizzare metodi di pagamento elettronici (carte di credito, bancomat, eccetera) e tracciabili.

Una volta emesso, il proprio codice lotteria andrà conservato digitalmente sul proprio smartphone o tablet oppure stampato. In caso di smarrimento se ne può richiedere un altro (fino a un massimo 120 codici). Per riceverlo dopo la prima registrazione è sufficiente inserire il proprio codice fiscale e accettare la normativa sulla privacy.

Ogni volta che si effettua un pagamento in un negozio, l’esercente leggerà il codice lotteria tramite un lettore ottico collegato al registratore telematico che trasmetterà in automatico i dati all’Agenzia delle Entrate.

Per ogni euro speso, fino ad un massimo di 1000, si otterrà un biglietto virtuale. Se l’importo speso è superiore a un euro, l’eventuale cifra decimale superiore a 49 centesimi produrrà comunque un altro biglietto virtuale. Le estrazioni della lotteria degli scontrini saranno a cadenza settimanale, mensile e annuale.