Notizie su mercato immobiliare ed economia

Dpcm marzo 2021, le misure in arrivo

Dalle seconde case agli spostamenti

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Sarà firmato tra lunedì 1º e martedí 2º marzo, il dpcm di marzo 2021, il primo del governo Draghi che conterrà le misure in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021. Vediamo quali sono, dalle seconde case agli spostamenti, le regole previste nella bozza del dpcm marzo 2021

Da lunedì 1 marzo scattano le nuove fasce di colore per le regioni. Piemonte, Lombardia e Marche sono arancioni, la Basilicata passa in fascia rossa, come il Molise, mentre la Sardegna è la prima regione d'Italia a entrare nell'agognata zona bianca.

Il nuovo Dpcm di marzo 2021 prevede misure e restrizioni che saranno in vigore fino a Pasqua e Pasquetta. Contrariamente a quanto previsto finora, barbieri e parrucchieri resteranno chiusi in zona rossa. A partire dal 27 marzo potrebbero riaprire, nel rispetto di specifici protocolli, cinema e teatri, mentre sarà possibile andare ai musei, su prenotazione, anche nel fine settimana.

Nella fascia gialla viene cancellata la misura che prevede "la forte raccomandazione" di non ricevere in casa persone non conviventi, ma rimane il divieto di feste nei luoghi al chiuso e all'aperto.

Per quanto riguarda gli spostamenti,  il dpcm di marzo 2021, dovrebbe confermare il divieto di spostamento tra regioni, adesso prorogato al 27 marzo, ma che potrebbe essere ulteriormente prorogato al 6 aprile. Restano possibili gli spostamenti per motivi di lavoro, salute e necessità, mentre è sempre garantito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. In ambito regionale è permessa la visita in una sola abitazione rpivata, una volta al giorno, tra le cinque del mattino e le 22. Possono spostarsi due persone più i figli minori di 14 anni. Per quanto riguarda le seconde case, gli spostamenti sono possibili solo in zona gialla o arancione, ma non in rossa o arancione scuro. Lo spostamento è permesso solo al nucleo familiare del proprietario e solo se la casa è disabitata. 

Brutte notizie per palestre e piscine. Nel dpcm di marzo 2021 continuerà il divieto di apertura, mentre saranno consentite le attività motorie e sportive a livello individuale e a livello agonistico. Per quanto riguarda il capitolo scuola, nel dpcm di marzo, secondo il parere del Cts dovrebbero essere chiuse tutte le scuole, e in ogni caso la DAD dovrebbe essere prevista nelle zone con un numero dei casi maggiore di 250 ogni 100mila abitanti. In tutte le atre situazioni, la scuola resta in presenza almeno per elementari e medie, mentre dal 50 al 75% per le superiori.