Notizie su mercato immobiliare ed economia

Riforma del catasto: come si determinerà il nuovo valore catastale

nuovo sistema di calcolo per le rendite catastali
Autore: Redazione

L'annunciata riforma del catasto dovrà essere fatta con tempo e attenzione, altrimenti si rischiano degli effetti deliranti. Il sole 24 ore mette infatti in guardia che, stando alla bozza alla riforma, senza delle correzioni opportune diversi proprietari potrebbero vedersi aumentare le imposte anche del 900%. Anche se prima del 2013 non vedremo la riforma conclusa, ecco quali sono le modalità di calcolo allo studio

Il progetto di riforma del castasto

Per prima cosa, come già noto, i vani non conteranno più, ma saranno i mq a determinare il calcolo. L'ipotesi allo studio prevede che per l'attribuzione della rendita si usi il valore locativo, prendendo come riferimento i valori omi. Verranno anche riviste le categorie catastali

Cosa sono i valori locativi omi

Il valore di un'abitazione può essere indicato con il prezzo di vendita al mq, o il prezzo di affitto al mq annuo. L'omi, osservatorio del mercato immobiliare, risporta entrambi e ciascuno può facilmente trovare quelli del proprio comune, e del proprio quartiere, nel caso di grandi città. Clicca e scopri i valori locativi omi seguendo le istruzioni dell'agenzia del territorio (attenzione: l'omi dà il valore locativo mensile: moltiplica x 12!)

Il calcolo

Partendo dal valore locativo al mq si sottrae una percentuale che corrisponde alle spese (mantenimento, amministrazione, sicurezza, che corrisponderà a circa il 48% in media. Il risultato si moltiplica per il numero di mq e questo valore rappresenterà la nuova rendita catastale

Gli effetti

Con la riforma cambieranno sia le imposte sulla prorpietà, ma anche quelle sulla compravendita, dato che entrambe si basano sulla rendita catastale