Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ritorno dell'imu e aumento dell'iva, quanto ci costa la crisi di governo

Autore: Redazione

La crisi di governo aperta da berlusconi potrebbe costare davvero cara agli italiani. Oltre all'impennata dello spread, che riapre uno scenario allarmante sul nostro debito pubblico, martedì primo ottobre scatta l'aumento dell'iva, dal 21 al 22%. Ma all'orizzonte si affaccia il ritorno dell'imu prima casa

Entro il 15 ottobre il governo si era infatti impegnato a trovare i 2,4 miliardi di euro necessari per permettere agli italiani di non pagare l'imposta sulle prime abitazioni. Ma con la situazione che si è venuta a creare è possibile che la legge di stabilità diventi una chimera e a quel punto, trovandosi il decreto legge sull'imu impantanato in parlamento, i proprietari non soltanto dovrebbero pagare la rata di dicembre, ma anche quella di giugno

I conti pubblici

Il deficit italiano è già oltre il 3% e da bruxelles non ne vogliono sapere di infrazioni. Se la cancellazione dell'imu prima casa era già stata vista con sospetto, visto che le coperture non sembravano abbastanza solide, adesso che le coperture di fatto non esistono l'operazione diventa decisamente più complicata. Dal 2014 inoltre entra in vigore la riforma costituzionale che rende obbligatorio il pareggio di bilancio con un tetto alla spesa pubblica

Seconda rata imu

La cancellazione definitiva non è mai stata ufficializzata, ma solo annunciata a settembre. In assenza del famoso decreto legge, con relative coperture, gli italiani pagheranno entro il 16 dicembre e il gettito da 2,4 miliardi farebbe tornare il deficit sotto il 3%. Tutto sospeso anche per quanto riguarda la nuova service tax

Iva al 22%

L'aumento dell'aliquota base ordinaria dal 21 al 22% era stato previsto dal governo monti nel piano di risanamento dei conti e dallo stesso governo tecnico sospeso per il 2012. L'esecutivo letta aveva poi esteso la sospensione fino al primo ottobre 2013 e tutto sembrava pronto per il terzo rinvio, fino al primo gennaio 2014, ma a questo punto, salvo colpi di scena, il rincaro scatterà nelle prossime ore

I costi per gli italiani

Con l'aumento iva e il ritorno dell'imu prima casa ogni famiglia italiana sborserà 280 euro in media. Questo senza contare gli effetti dello spread, che a poche ore dalla crisi di governo veleggia già verso i 300 punnti