Notizie su mercato immobiliare ed economia

Comuni, chiarimenti entro fine mese o faremo pagare la seconda rata dell'imu

Autore: Redazione

Slittato il cdm che doveva approvare la cancellazione della seconda rata dell'imu prima casa cresce l'agitazione dei comuni. In attesa di sapere quali e quante saranno le coperture e soprattutto se verranno compensati gli aumenti dell'aliquote con nuovi trasferimenti, l'anci (associazione comuni italiani) ha alzato la voce e ha fatto sapere che se non arriveranno i dettagli entro fine mese a pagare saranno i cittadini, che rischiano anche di perdere le loro tredicesime

La cancellazione della seconda rata dell'imu doveva essere ormai un dato di fatto, ma la convulsa approvazione del ddl stablità e le vicissitudini legate al voto di decadenza di berlusconi, hanno fatto slittare la discussione. Ma l'anci non ci stà e tramite il delegato alla finanza fiscale e sindaco di ascoli, guido castelli ha sottolineato che la mancanza di chiarezza mette in pericolo i bilanci comunali e le tasche dei cittadini. Il rischio, infatti, non solo è di dover pagare la seconda rata dell'imu, ma anche di vedere messo in pericolo le tredicesime

"O il governo entro il mese ci dice quanta imu ci sarà, e lo deve fare tempestivamente, altrimenti dovremo far pagare la seconda rata imu", ha detto castelli. "Gli ultimi dati sui trasferimenti effettivi ai comuni sono stati comunicati un mese fa, quando ormai erano passati dieci mesi dall'inizio dell'anno. Quindi il buio pesto, perché tutti i frammenti che riguardano la finanza comunale sono stati composti per il 90% un mese fa e ancora mancano all'appello diversi elementi sui quali fondare le proprie strategie finanziarie"