Notizie su mercato immobiliare ed economia

Modalità di versamento della Tasi e dell'Imu: pagamenti online sopra i mille euro

Gtres
Gtres
Autore: Alfredo Ranavolo (collaboratore di idealista news)

Leggi qui le ultimissime news sul pagamento di Tasi e Imu per il 2015.

Il pagamento della prima rata Tasi e dell'Imu può avvenire tramite bollettino postale o modello f24 cartaceo o online. Il versamento per via telematica è obbbligatorio se si tratta di importi superiori ai 1000 euro.

Occorre tenere ben presente che Tasi e Imu sono adempimenti fiscali che comportano una denuncia da parte del contribuente e, di conseguenza, auto liquidazione e versamenti spontanei da parte degli stessi. È in capo a chi è tenuto al pagamento, insomma, l'intera responsabilità dell'esattezza di tutti gli adempimenti.

Ciò significa che i Comuni non hanno alcun obbligo di legge di fornire ausilio, a meno che non sia il contribuente a richiederlo espressamente. Tale obbligo è sancito da un recente documento dell’Ifel (Istituto per la Finanza e l’Economia Locale, creato dall’Anci), nel quale si afferma che “I Comuni devono comunque assicurare servizi di assistenza al contribuente comprensivi della compilazione dei bollettini di pagamento, su richiesta del contribuente stesso”.

Una parziale marcia indietro rispetto alla legge di stabilità 2014 (legge n. 147 del 2013), allo scopo di assicurare la massima semplificazione degli adempimenti aveva disposto che i vari enti inviassero a domicilio dei contribuenti i bollettini Tasi già precompilati. In realtà poi, l’obbligo è stato trasformato in possibilità, e solo su richiesta dei singoli cittadini. Per cui la norma è rimasta nella sostanza inapplicata.

Pagamenti oltre i mille euro

Il pagamento avviene, sia per l'Imu che per la Tasi, in due rate. La prima scade il 16 di giugno, la seconda sei mesi dopo. Oltre che mediante bollettino postale, possono essere versate anche con il modello F24. Per chi sceglie di pagare negli uffici postali è stato predisposto uno sportello dedicato esclusivamente alle prossime scadenze.

Il pagamento può essere effettuato anche on line. La scelta dell'F24 per via telematica, attraverso la propria banca, il sito delle poste o il servizio dell'Agenzia delle entrate Entratel, consente, tra l’altro, di compensare gli importi dovuti con eventuali crediti d’imposta. L'utilizzo di internet non è un'opzione per chi deve sborsare più di mille euro. In quel caso, in base a un decreto dello scorso ottobre, il pagamento deve avvenire obbligatoriamente attraverso il web.

dichiarazione tasi 2015

Altro adempimento che potrebbe essere necessario è quello relativo alla dichiarazione Tasi. Deve essere presentata entro il 30 giugno, ma sono tenuti a farlo solo coloro che non avevano effettuato comunicazioni ai fini Imu, oppure coloro i quali hanno mutato la propria situazione rispetto alle dichiarazioni Imu. I Comuni, su questo fronte, si sono mossi in ordine sparso, non essendo stato approntato dal ministero dell'Economia un modello standard.

Come si compila il modello F24 per la Tasi

Imu, guida alla compilazione del modello f24