Notizie su mercato immobiliare ed economia

Pensioni novità 2016: ecco la proposta del governo

Autore: Redazione

A settembre sarà presa la decisione finale inerente alla riforma delle pensioni. Ma vediamo quali sono le novità contenuta nella proposta al vaglio di governo e parti sociali.

  • Anticipo pensione con penalizzazione - L'anticipo pensionistico (Ape) consente di lasciare il lavoro fino a tre anni prima rispetto ai requisiti di legge. Implica una penalizzazione che dipende dal reddito e dalla motivazione dell'anticipo e che potrà andare dall'1% al 7 -8%.
  • ricongiunzione contributi  gratuita - Consente di sommare i contributi ricevuti da enti diversi senza dover pagare una seconda volta. I contributi si potrebbero usare non solo per la pensione di vecchiaia, ma anche per quella anticipata.

  • Estensione quattordicesima - il bonus che attualmente incassano i pensionati più poveri a luglio potrebbe essere estesa anche ad altri due milioni di pensionati, alzando il tetto fino a 13 mila euro. Ma si tratterà di bonus flessibile, più leggero a mano a mano che sale il reddito del pensionato e scendono gli anni di contributo.

  • No tax area 2016 - attualmente la soglia al di sotto della quale non si pagano le tasse è di 7.750 euro per i pensionati con meno di 75 anni e di 8 mila uero per gli over 75. L'idea sarebbe di alzarla a 8.124 euro, lo stesso livello già previsto per i lavoratori dipendenti.

  • Da 4 a 6 mesi di contributi gratuiti ai lavoratori precoci, ovvero a chi ha versato contributi regolari tra i 14 e i 18 anni. Resta da definire cosa si intende per contributi versati, se bastano solo pochi mesi (in questo caso il costo della manovra sarebbe altissimo) o se è necessario almeno un anno di contributi versati in maniera regolare.

  • Cambiano le regole sulle attività usuranti - Si pensa allargare la platea di coloro che rientrano in questa categoria, rendendo più flessibili alcuni paletti come il fatto che l'attività debba essere svolta per almeno sette degli ultimi dieci anni di lavaoro. O si potrebbe cancellare l'attuale finestra di uscita.

Articolo visto su
Le nuove pensioni (Corriere)