Notizie su mercato immobiliare ed economia

Abolizione del regime forfettario nel 2020, cosa cambierà

Allo studio l'introduzione del regime analitico per il calcolo del reddito imponibile

Allo studio l'introduzione del regime analitico per il calcolo del reddito imponibile
Si studia l'introduzione del regime analitico per il calcolo del reddito imponibile / Gtres
Autore: Redazione

Il documento programmatico di bilancio 2020 sembra non lasciare molte speranze al regime forfettario. Vediamo cosa potrebbe cambiare con il prossimo anno.

Novità per il calcolo del reddito imponibile. A quanto pare il governo è intenzionato a introdurre un regime analitico per il calcolo del reddito imponibile, con il conseguente obbligo per i contribuenti di conservare tutti i documenti necessari per la determinazione - per l'appunto - del reddito imponibile. Addio dunque al calcolo a forfait. Si tornerebbe, in pratica, alle disposizioni previste dal vecchio regime dei minimi.

Nel documento programmatico di bilancio 2020, per quanto riguarda la misura che prevede il riequilibrio del regime di tassazione, si legge: “Per limitare gli abusi, viene abrogata la 'flat tax' per le persone fisiche esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo con redditi compresi tra 65.000 euro e 100.000 euro. Vengono rivisti i parametri del 'regime dei minimi' con limiti di spese personale 20.000 euro, limite beni strumentali 20.000 euro, regime analitico determinazione del reddito, regime premiale fatturazione elettronica, esclusione se reddito > 30.000 euro”.

In merito a tale intervento, il documento programmatico di bilancio 2020 parla di un’efficacia immediata, l’effetto finanziario per il 2020 in percentuale sul Pil dovrebbe essere pari allo 0.014%, per il 2021 pari allo 0,104% e per il 2022 dovrebbe essere pari allo 0.073%

Si attendono, quindi, l’abolizione della flat tax per le persone fisiche esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo con redditi compresi tra 65.000 euro e 100.000 euro, il regime analitico per la determinazione del reddito, limiti per le spese del personale a 20.000 euro, limiti dei beni strumentali a 20.000 euro e un regime premiale per la fatturazione elettronica, per i contribuenti con redditi fino a 30.000 euro.