Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bonus ristrutturazione 2020 per le imprese, i fondi immobiliari ne hanno diritto?

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Un fondo immobiliare che demolisce e ricostruisce un immobile ha diritto ai benefici fiscali del bonus costruzioni?

Secondo la risposta 70 del 20 febbraio 2020 dell’Agenzia delle Entrate , un fondo immobiliare che demolisca e ricostruisca un edificio pur integralmente non può figurare come una impresa di costruzione e ristrutturazione, e pertanto non può accedere alle agevolazioni di cui all’art.7 del dl 34/2017, in particolare dell’imposta di registro e ipotecaria nella misura fissa di 200 euro.

La ragione è che il fondo immobiliare si configura non come soggetto di diritto ma come patrimonio separato e gestito da una apposita società di gestione del risparmio, che ne è titolare, e che Banca d’Italia vieta ai fondi immobiliari di esercitare attività di impresa.

A nulla vale la presenza di queste condizioni:

  • Il fondo acquista un intero fabbricato
  • Il fondo ristruttura oppure demolisce e ricostruisce integralmente il fabbricato (tramite appalto) entro dieci anni dall’acquisto e rispettando tutte le norme antisismiche e conferendo una classe energetica elevata
  • L’immobile venga alienato almeno per una quota del 75% dopo la ristrutturazione

Stando al divieto esposto sopra, in questi casi il fondo viene assimilato non ad una impresa ma ad un privato e quindi gli vengono negate le agevolazioni spettanti alle imprese.