Notizie su mercato immobiliare ed economia

Invalidità civile 2020, l’Inps comunica la nuova modalità per la domanda

Cosa cambia dal 1° giugno

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

La nuova modalità per la domanda di invalidità civile, che sarebbe dovuta già essere entrata in vigore, diverrà effettiva a partire dal 1° giugno 2020. Vediamo cosa cambia nella procedura per la richiesta della pensione.

L’Inps è stato costretto a posticipare di due mesi la partenza della nuova modalità di richiesta di invalidità civile per fare fronte alla contingenza dell’emergenza sanitaria. Nel dettaglio, si partirà a giugno 2020 con una modalità unica di trasmissione delle domande per soggetti tra 18 e 67 anni (modalità già in uso per le domande di accompagnamento degli over 67).

Sostanzialmente, quindi, a partire dal 1° giugno 2020 richiedenti tra i 18 e i 67 anni potranno anticipare sin dal momento della presentazione della domanda di invalidità civile, le informazioni socio-economiche contenute nel modello “AP70”, che in genere vengono comunicate solo al termine dell’esito dell’istruttoria sanitaria.

Si tratta di informazioni relative a eventuali ricoveri, svolgimento di attività lavorativa, dati reddituali ma anche di indicare le modalità di pagamento e la delega alla riscossione (Quadro G) o in favore delle associazioni (Quadro H). Una volta in possesso di queste informazioni, terminato l’accertamento sanitario, può partire subito il pagamento della prestazione economica riconosciuta.

Solo in pochi casi (soggetto ricoverato al momento della domanda o titolare di altre prestazioni di invalidità incompatibili) sarà invece necessario completare comunque il modello AP/70 dopo la conclusione dell’iter sanitario.

 
Etichette
Inps