Notizie su mercato immobiliare ed economia

Scadenze fiscali agosto 2020, quali sono e quali sanzioni comportano

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Rush finale per agosto: sono quasi 250 le scadenze fiscali che riguardano ora una categoria, ora un’altra di italiani e che servono al Fisco a recuperare 8,4 miliardi di euro. Ecco le principali.

Le scadenze fiscali dell'estate 2020

La data del 20 agosto, ultima proroga concessa dal Governo, concentra la maggior parte delle scadenze, oltre l’80%, soprattutto per quanto riguarda i versamenti delle partite Iva a saldo del 2019 e in acconto dell’anno in corso. Nel Decreto Agosto si è però concesso di spalmare in 24 rate il 50% dei versamenti Iva relativi ai mesi del lockdown, a partire dal gennaio 2021, mentre il secondo acconto 2020 potrà essere versato entro il 30 aprile 2021 nel caso in cui quest’anno si sia avuta una contrazione del 33% del fatturato nel primo semestre 2020, rispetto al primo semestre 2019. Qui un elenco delle scadenze.

Versamenti mancati o incompleti, le sanzioni

In caso di ritardi naturalmente si incorre in sanzioni, a meno del ravvedimento, che si conteggerà però a decorrere dalla scadenza del 20 luglio. In questo caso si applicherà la riduzione del 15% sul versamento effettuato entro 90 giorni. Se il ravvedimento avviene entro 15 giorni, la sanzione viene ridotta allo 0,1% per ogni giorno di ritardo fino al quindicesimo giorno. Oltre i 15 giorni e fino ai 30 giorni, la sanzione dovuta è dell’1,5% mentre entro i 90 giorni è dell’1,67%.

In caso di versamento incompleto, la sanzione verrà comminata sulla differenza non versata a cui si aggiunge lo 0,40%, oltre naturalmente all’importo dovuto.

Articolo visto su
Fisco, per centrare 8,4 miliardi 246 scadenze entro fine mese (Il sole 24 ore)